Responsabilità editoriale Obiettivo Europa

JUSTICE: Promozione della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale

Pubblicato il: 6 dicembre 2019 - Scadenza: 7 maggio 2020

FINALITÀ - Il Programma Justice contribuisce allo sviluppo di un'area di giustizia europea, basata sul riconoscimento e la fiducia reciproca, in particolare promuovendo la cooperazione giuridica in materia civile e penale.

Il programma mira a:

  • Facilitare e supportare la cooperazione giuridica in materia civile e penale

Sempre più importante, è assicurare la corretta applicazione e rafforzamento dell'acquis communitaire in materia di cooperazione giudiziaria in materia civile e penale e continuare a rafforzare la fiducia reciproca. Nell'area di giustizia civile, parte dell'aquis communitaire è stato modificato recentemente per aumentare l'efficienza e rispondere meglio all'implementazione e valutazione di azioni della Commissione. Per quanto riguarda la cooperazione giudiziaria, si registra il bisogno di assicurare una corretta applicazione degli strumenti che implementano il principio di riconoscimento reciproco in materia criminale, in particolare riguardo al Mandato di Arresto Europeo, alle tre Decisioni quadro sulle misure detentive e alternative alla detenzione, la Direttiva 2014/41/EU, e il Regolamento (EU) 2018/1805.

Esistono ancora molti ostacoli che impediscono il funzionamento delle procedure di cooperazione giudiziaria secondo gli attuali strumenti europei che avrebbero bisogno di essere identificati prima di essere affrontati. Inoltre, la giurisprudenza in via di sviluppo della Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha un impatto importante sul funzionamento degli strumenti di cooperazione giudiziale e, nell'era digitale, la cooperazione giudiziale ha bisogno di usare pienamente gli strumenti elettronici.

L'obiettivo principale del presente bando è contribuire all'applicazione effettiva e coerente dell'acquis communitaire alla cooperazione giudiziaria in materia civile e penale, dunque rafforzando la fiducia reciproca.

Sono identificate quattro priorità per l'anno 2020:

Priorità 1. Cooperazione giudiziaria in materia civile (Judicial cooperation in civil matters)

Finalità: promuovere la cooperazione giudiziaria in materia civile e contribuire all'effettivo e coerente utilizzo e rafforzamento degli strumenti dell'Unione Europea (UE).

Priorità 2. Cooperazione giudiziaria in materia penale (Judicial cooperation in criminal matters)

Finalità: promuovere la cooperazione giudiziaria in materia penale e contribuire all'effettivo e coerente utilizzo degli strumenti UE di riconoscimento reciproco in materia penale.

Priorità 3. Supporto ai membri della Rete Europea Giudiziaria Europea (European Judicial Network - EJN) in materia civile e commerciale e supportare le autorità nazionali, le corti e le associazioni professionali rappresentate (Support to the members of the European Judicial Network - EJN) in civil and commercial matters and to the national authorities, courts and professional associations they represent)

Finalità: contribuire all'effettiva e coerente applicazione dell'acquis communitaire in relazione alla cooperazione giudiziaria civile e commerciale.

Priorità 4. Supporto agli Stati membri per la connessione con il sistema ECRIS-TCN (Support to Member States for their connection to the ECRIS-TCN system)

Finalità: Supportare i progetti attuando necessari adattamenti ai sistemi nazionali di casellari giudiziari per lo scambio di impronte digitali con il sistema centrale ECRIS-TCN.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO -  Il budget totale a valere sul presente bando ammonta a 6.500.000 Euro.

La percentuale di co-finanziamento massima ammonta al 90% dei costi ammissibili.

Responsabilità editoriale di Obiettivo Europa.
Per leggere l'articolo completo, registrati su Obiettivo Europa, per attivare il periodo di consultazione gratuita per 15 giorni.