COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Trattoria Dal Gal, la magia dei primi piatti fatti in casa con degustazione

Pagine Sì! SpA

Tortelli con scamorza e noci, pappardelle al petto di faraona, fettuccine mazzancolle e capesante. Sono solo alcune delle 12 portate che offre la trattoria Dal Gal, a Verona, che va oltre le tipicità del territorio e la pasta artigianale, proponendo una degustazione di primi piatti, di solito cinque ma in numero variabile secondo l’appetito e le richieste, realizzati con sughi della tradizione, anch’essi fatti in casa. “Quella della pasta è una ricetta che ci hanno tramandato mia nonna prima e mia mamma poi – racconta Leonardo Ferrari, che insieme a suo fratello Stefano è titolare della trattoria – che noi abbiamo aggiustato sperimentando diversi tipi e diverse proporzioni di uova e di farina”. Il sapore e la consistenza della pasta cambia in funzione della manualità, della temperatura e della materia prima. “Per questo noi scegliamo i migliori ingredienti del territorio: una farina veneta e le uova di un contadino proprio qui vicino, perché ci piace avere un controllo sui prodotti che utilizziamo”, continua Leonardo. Una cultura, quella del territorio, che si rispecchia nell’intera offerta gastronomica, che oltre alla pasta fresca si compone anche di carni sapientemente selezionate e vini di qualità. “Il nostro legame col territorio è viscerale, lo facciamo per tutelare i nostri clienti e servirgli ogni giorno una materia prima eccellente ma anche per aiutare le imprese della zona – spiega Leonardo – la carne che serviamo è della famiglia Fasoli, che ha un allevamento in cui gli animali vengano cresciuti con i prodotti coltivati da loro stessi nei campi limitrofi alla fattoria”. Per quanto riguarda il vino, i Ferrari si affidano a piccole cantine, sempre della zona. “Ci piace ricercare cose particolari e poi provarle insieme ai clienti, questo infatti è un posto dove la tradizione si unisce alla sperimentazione”.

La trattoria Dal Gal nasce 51 anni fa come piccola bottega, poi nel corso degli anni è cresciuta fino a diventare trattoria. Oggi, il locale conserva il nome “trattoria”, ma lo stile è più moderno e raffinato, anche se le parole d’ordine restano convivialità e cibo genuino. “Le persone quando vengono qui devono sentirsi completamente a loro agio – spiega Ferrari – cuciniamo e li accogliamo col cuore”.

www.trattoriadalgalverona.com

Archiviato in


Modifica consenso Cookie