Cresce in Sardegna la scelta dell'affitto per uso abitativo

Diminuiscono le opzioni per motivi di studio o lavoro

Casa difficile da acquistare o presente e futuro lavorativo incerto: cresce in Sardegna la percentuale di chi sceglie l'affitto per uso abitativo. L'analisi condotta dall'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa sui contratti di locazione stipulati attraverso le agenzie Tecnocasa e Tecnorete nel primo semestre 2020 in Sardegna, evidenzia che nella maggioranza dei casi si opta per l'affitto come vera e propria scelta di fondo (73%). Il 26,2% del campione invece preferisce il canone all'acquisto per motivi di lavoro e solo lo 0,8% lo fa per motivi di studio.

Il contratto di locazione più utilizzato è quello a canone libero da 4 anni più 4 (56,6%), seguito dai contratti a carattere transitorio (26,2%) ed infine dai contratti a canone concordato (17,2%). In crescita la percentuale di contratti a canone concordato che nel primo semestre del 2019 si fermava all'8,7%.

Il taglio più affittato è il bilocale (38,1%), seguito a poca distanza dal trilocale che costituisce il 33,3% delle preferenze. Gli inquilini sono coppie o coppie con figli nel 56,9% dei casi, mentre sono single nel 43,1% dei casi. L'analisi demografica di chi prende casa in affitto ha evidenziato che in Sardegna il 32,5% ha un'età compresa tra 18 e 34 anni.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie