Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Maltempo: crolla tetto, abitazione evacuata nel Cagliaritano

Maltempo: crolla tetto, abitazione evacuata nel Cagliaritano

Sindaca Elmas, tre persone ospitate in una struttura ricettiva

Serre distrutte, colture in pieno campo abbattute. È il bollettino del nubifragio che ieri pomeriggio si è materializzato all'improvviso nel sud Sardegna. Diverse aziende agricole del Parteolla e dell'hinterland di Cagliari, in particolare Assemini, in pochi minuti si sono dovuti arrendere al maltempo subendo forti perdite. I chicchi di grandine e il forte vento si sono trasformati in vere e proprie pallottole che hanno frantumato le serre di Assemini, scoperchiandole. Ed hanno letteralmente distrutto nel Parteolla campi di ortive (zucchine, peperoni, cetrioli, pomodori) cosi come alcune vigne: l'uva ormai pronta alla raccolta è stata flagellata, soprattutto le vigne di vermentino, chardonnay e monica.

"Nel day after non si possono che raccogliere i cocci e cominciare l'ennesima conta dei danni - spiega Coldiretti - Nelle serre si tratta di quantificare le perdite mentre per le colture da campo occorre attendere alcuni giorni per avere un quadro più preciso dei danni". "È un film già visto purtroppo ed al quale stiamo assistendo sempre più spesso e con continuità - afferma desolato il presidente provinciale di Coldiretti Cagliari Giorgio Demurtas -. I cambiamenti climatici stanno condizionando e dettando i tempi dell'agricoltura.

Il clima si sta tropicalizzando e ci sta abituando ad aventi estremi. Sarebbe normale richiedere lo stato di calamità naturale ma vedendo quando è successo negli ultimi anni per colpa della burocrazia appare solo tempo perso. Ci sono infatti, conclude - ancora migliaia di pratiche inevase della siccità del 2017 e delle calamità del 2018".

Sono state oltre ottanta le richieste d'intervento nel sud Sardegna arrivate alla centrale operativa dei vigili del fuoco. Tra le priorità i soccorsi a persone rimaste bloccate nelle proprie auto, la messa in sicurezza di tetti e la caduta di alberi che ostruivano la sede stradale.

Maggiori criticità sono state riscontrate a Isili, Gergei, Mandas, Elmas - dove si è allagata anche una parte dell'aerostazione -, Assemini, Uta, Decimomannu e Sestu e nell'Iglesiente. In particolare a Sestu (Città metropolitana di Cagliari) in via Don Milani le raffiche di vento hanno strappato un impianto fotovoltaico dal tetto di un capannone: parte è finito in strada fortunatamente senza coinvolgere persone. A Cagliari, in via Liguria, alcuni elementi di un ponteggio in una palazzina in ristrutturazione si sono staccati dalla facciata.

CROLLA IL TETTO DI UN'ABITAZIONE A ELMAS - Un'abitazione in via Sulcitana nel centro di Elmas è stata completamente evacuata per il crollo del tetto e di parte degli elementi costruttivi a causa di infiltrazioni acqua dovuti al maltempo di ieri, Alcuni ambienti sono stati, infatti, completamente allagati. L'evacuazione è stata decisa dopo il sopralluogo di una delle squadre di pronto intervento dei Vigili del Fuoco che stanno ancora dando risposta a oltre 60 richieste di intervento dopo il nubifragio che ha interessato il Cagliaritano e la provincia del Sud Sardegna.

OLTRE 80 RICHIESTE DI SOCCORSO AI VIGILI DEL FUOCO - Sul posto è intervenuto l'ufficiale di guardia dei Vigili del Fuoco in qualità di funzionario tecnico per effettuare il sopraluogo di stabilità della struttura, la Polizia Locale e la sindaco di Elmas Maria Laura Orrù che ha provveduto a una sistemazione provvisoria delle persone evacuate. "Nei prossimi giorni le tre persone che sono dovute restare fuori casa troveranno posto in una struttura pubblica messa a disposizione dalla Protezione civile - spiega all'ANSA la prima cittadina - poi speriamo che possano iniziare subito i lavori di ripristino" Altri interventi sono in corso da parte dei vigili del fuoco anche a Capoterra per il crollo di elementi costruttivi, verifiche di stabilità e per la messa in sicurezza su tetti e strutture. Proseguono poi i lavori di messa in sicurezza per la rimozione di parti pericolanti da tetti delle strutture, per il taglio di alberi abbattuti e pericolanti nel territorio provinciale da parte delle squadre VVF dei distaccamenti provinciali.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie