Coronavirus: Musumeci e L.Orlando,no a passeggiate con figli

Governatore Sicilia, si faranno quando finirà emergenza

    No alle passeggiate genitori-figli. E' la posizione assunta in Sicilia dal governatore Nello Musumeci e condivisa dal sindaco metropolitano di Palermo, Leoluca Orlando rispetto alle disposizioni del Viminale.
    "Le passeggiate si faranno quando finirà l'emergenza - dice il governatore -. Se ci sono dei casi di bambini affetti da particolari patologie questa esigenza della passeggiata potrà essere consentita ma soltanto davanti a una certificazione medica e per dieci minuti". Dice Leoluca Orlando: "In Sicilia e a Palermo è troppo presto per allentare le misure di contrasto al coronavirus. Siamo ancora a rischio, lo sono prima di tutto i bambini e gli anziani delle nostre comunità". Per il sindaco di Messuna Cateno De Luca "ancora una volta il governo genera confusione e mette in pericolo la popolazione con i suoi provvedimenti contraddittori. Non posso credere che il ministro degli Interni non si sia reso conto del pericolo al quale ha esposto tutti i cittadini con l'ultima circolare del 31 marzo 2020, con la quale ha affermato che il divieto di spostamento non comprende la possibilità, per un solo genitore per volta, di camminare con i propri figli minori, purché tale passeggiata si svolga in prossimità dell'abitazione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie