Ceriscioli, infrastrutture essenziali

Grazie Anas per galleria Salaria. Molte difficoltà per SS76

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 10 OTT - "I tempi dettati dalla burocrazia sono ormai incompatibili con la necessità delle imprese di completare il proprio lavoro, occorre una riflessione di sistema, più che sul singolo cantiere". Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, presente oggi ad Arquata del Tronto per l'abbattimento dell'ultimo diaframma della galleria "Montecastello" sulla SS4 Salaria. Il governatore è soddisfatto per l'avanzamento dei lavori lungo l'arteria e ha ringraziato l'Anas. "Il miglioramento della Salaria e dei collegamenti viari in generale rientra tra gli obiettivi principali che la Regione Marche si è posta per rilanciare l'area più colpita dal sisma - ha aggiunto -. Poter contare su infrastrutture moderne significa creare quelle premesse per mantenere e far lavorare le persone nel loro luogo d'origine". Ma difficoltà ce ne sono state e ce ne sono per questa opera, ma non solo: "una serie di dinamiche ha portato tante difficoltà nei cantieri". "Sulla SS76 (che fa parte della Quadrilatero, ndr) siamo alla terza impresa che arriva: le prime due sono fallite, la terza è andata in concordato ed è una dinamica che sta colpendo moltissime imprese italiane nel settore delle infrastrutture" ha detto il presidente della Regione, rivelando che ha continuamente a che fare con procedure e tempi lunghissimi, con mille incertezze nel momento in cui si avvia un cantiere. "E' evidente che è un settore che ha bisogno di un modo diverso di arrivare alla gara d'appalto e realizzare il proprio investimento. Sono rarissimi i cantieri che finiscono nei tempi previsti - ha proseguito - a causa della lentezza burocratica e di diverse difficoltà. Sempre in riferimento alla SS76, abbiamo fatto richiesta la primavera scorsa di una piccola variante di cantiere per 9 milioni ma il Cipe si riunirà solo nei prossimi giorni, dopo diversi mesi".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA