Farmaci letali: infermiere, non voglio uccidere pazienti

Messaggio ad un collega agli atti

(ANSA) - BRESCIA, 25 GEN - "Io non ci sto ad uccidere pazienti solo perché vuole liberare dei letti". Lo scrive in un messaggio WhatsApp ad un collega, un infermiere dell'ospedale di Montichiari dove il primario del pronto soccorso Carlo Mosca è stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario per aver somministrato farmaci letali a pazienti affetti da Covid. "Io non ci sto, questo è pazzo" risponde il collega parlando della decisione del medico di far preparare i due farmaci che solitamente si utilizzano prima di intubare un paziente. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie