Asta in Francia per i ricordi del 'pilota' Johnny Hallyday

Patentino, placca del Montecarlo 1967, modellini e tante foto

Motori Attualità
Chiudi Asta in Francia per i ricordi del 'pilota' Johnny Hallyday (ANSA) Asta in Francia per i ricordi del 'pilota' Johnny Hallyday

Gli appassionati della rockstar Johnny Hallyday e soprattutto quelli del pilota automobilistico Jean-Philippe Smet (il suo vero nome) avranno l'occasione per assicurarsi, attraverso un'asta che si svolgerà il giorno di Pasqua dalle 14.30 a Montastruc-la-Conseillère nei pressi di Toulouse (ma cui si potrà partecipare anche online attraverso il sito https://www.drouotonline.com/publicLot/publicListOnline/96423) oggetti davvero rari in quanto legati alla carriera di Hallyday al volante di auto da corsa. A mettere in vendita questi ricordi è la Casa d'aste Stanislas Machor che proporrà domani l'intera raccolta di Henry Chemin, ex-direttore della comunicazione di Ford France e grande artefice della partecipazione dell'artista ai rally e alle gare in pista.

Nell'elenco dell'asta, accanto a numerosi lotti di automobilia - tra cui spicca un manifesto Lancia con la HF di Munari, proposto a 400 euro - verranno battuti un modellino scala 1/6 della Ford Mustang 390 Gt con cui Hallyday corse al Rallye di Monte Carlo del 1967 accompagnato da documentazione fotografica (stima 1.500-2.000 euro), un duplicato della licenza di pilota, naturalmente intestata a Jean-Philippe Smet (3.000-4.000 euro) e una riedizione della targa metallica del Monte Carlo, applicata alla Mustang numero 105 del cantante (700-1.000). Verranno poi proposte molte immagini dell'archivio di Chemin, tra cui una che ritrae Hallyday nell'insolito impegno di cambiare una gomma alla Ford (100-150 euro) e una, con la stessa base d'asta, scattata sul circuito di Montlery assieme alla moglie Sylvie Vartan.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

"Da grande faro'", 10 grandi scienziati si raccontano in libro

Intervistati dall'undicenne Ariel in cerca di idee per il futuro

Scienza & Tecnica Libri
Chiudi 'Da grande faro'...10 grandi si raccontano a una piccola sognatrice', di Ariel Spini Bauer (Editoriale Scienza, 144 pagine, 16,90 euro) (ANSA) 'Da grande faro'...10 grandi si raccontano a una piccola sognatrice', di Ariel Spini Bauer (Editoriale Scienza, 144 pagine, 16,90 euro)

Da bambini e' normale avere tanti sogni nel cassetto e poche idee chiare sul proprio futuro: Ariel Spini Bauer, a 11 anni, ha deciso di affrontare di petto la questione interpellando direttamente 10 'big' della scienza, dall'astronauta Paolo Nespoli alla fisica Fabiola Gianotti, dal divulgatore Piero Angela allo scrittore Paolo Giordano, per scoprire cosa volevano fare da bambini e come sono arrivati a fare con passione il loro mestiere. Un'avventura durata piu' di due anni, da cui e' nato il libro "Da grande faro'...10 grandi si raccontano a una piccola sognatrice" (Editoriale Scienza, 144 pagine, 16,90 euro).

I dieci dialoghi, corredati dalle illustrazioni di Maria Gabriella Gasparri, dimostrano tutto l'entusiasmo e la curiosita' di Ariel, che riesce a strappare ai suoi interlocutori ricordi personali e spunti inaspettati, mettendo in luce il loro lato piu' umano e fanciullesco. Si scopre cosi' che Amalia Ercoli Finzi, pioniera dell'ingegneria aerospaziale al femminile e 'mamma' della trivella che ha bucato la cometa della missione Rosetta, da piccola sognava di fare l'esploratrice e per hobby smontava la bicicletta per studiarne il funzionamento. Oppure che il biologo della longevita' Valter Longo da ragazzo ha lavorato come traduttore per l'Fbi mentre girava gli Stati Uniti suonando in un gruppo musicale. O che l'archeologo Ausilio Priuli a 12 anni faceva gia' da guida agli studiosi che visitavano le incisioni rupestri di Massi di Cemmo.

Tra ricordi d'infanzia e di scuola degli intervistati, emergono cosi' i segni premonitori di quelli che sarebbero poi diventati. Le loro storie, messe una in fila all'altra, dimostrano di essere legate da un fattore comune: la determinazione nell'inseguire le proprie passioni. Una lezione chiave per tutti i ragazzi alle prese con il fatidico interrogativo 'cosa faro' da grande?'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Earth Day, la più grande manifestazione per l'ambiente

Dal 22 aprile eventi in 193 Paesi, tante iniziative in Italia

Ambiente & Energia Natura
Chiudi Il 22 aprile è l'Earth Day. La Giornata della Terra 2019 è dedicata alle specie minacciate (fonte: Pixabay) (ANSA) Il 22 aprile è l'Earth Day. La Giornata della Terra 2019 è dedicata alle specie minacciate (fonte: Pixabay)

Tutti pronti per l'Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra in programma il 22 aprile e istituita dalle Nazioni Unite per sollevare l'attenzione sulla tutela del pianeta. Sulla scia dell'interesse acceso nei giovani dagli appelli di Greta Thunberg, la Giornata della Terra assume un significato ancora più forte e, all vigilia dei suoi 50 anni, si conferma come la più vasta manifestazione ambientalista del mondo, con 193 Paesi e 22.000 organizzazioni coinvolti, per un totale di un miliardo di cittadini. Tema di quest'anno sono le specie minacciate di estinzione e su questo filo conduttore sono numerosissime le iniziative organizzate nei Paesi promotori.

Tanti gli eventi previsti in Italia, a partire dal 21 aprile, con l'escursione organizzata a Vaperga (Torino), la gara di golf di Brissogne (Valle d'Aosta) e quella di orientamento a Soave (Verona); eventi all'aria aperta anche a Pescia (Pistoia) e a Castigione della Pescaia (Grosseto), mentre Corridonia (Macerata) celebra con un concerto e il Museo delle Terre d'Italia di Abanella (Salerno) apre le porte al pubblico.

A Roma non poteva mancare il Concerto per la Terra, dal 25 al 29 aprile; Terracina (Latina) celebra con i 16 chilometri della Pedagnalonga e Napoli con il Festival delle Arti per la Terra, in corso fino al 6 maggio. In Sardegna, nel Parco Naturalistico Archeologico Sa Fogaia i protagonisti sono gli alberi, i libri lo sono il 26 aprile a Serravalle Scrivia (Alessandria) e le scuole a Capo d'Orlando (Messina). Il 27 è la volta del concerto organizzato a Seren Del Grappa e le scuole scendono in campo a Tricase (Lecce). Il primo maggio a Cutrofiano (Lecce) seconda edizione della Pedalata per la Terra e si chiude il 5 maggio a Francavilla Fontana (Brindisi) con la Earth Day Run.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Giornata della Salute della donna, iniziative in tutta Italia

Il 22 aprile, promossa da Ministero salute e Fondazione Atena

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Giornata nazionale della Salute della Donna (dal sito del Ministero della Salute) (ANSA) Giornata nazionale della Salute della Donna (dal sito del Ministero della Salute)

Iniziative in tutta Italia per la Giornata nazionale della salute della donna, istituita con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 giugno del 2015 e promossa dal Ministero della Salute insieme alla Fondazione Atena Onlus. Viene celebrata ogni anno, il 22 aprile, con iniziative di sensibilizzazione e prevenzione organizzate dalle principali istituzioni, associazioni, società scientifiche, che si occupano di promozione della salute femminile.

Anche quest'anno, da Nord a Sud, sono diverse le iniziative con incontri per approfondire temi centrali della salute al femminile insieme alla possibilità di consulenze mediche e screening gratuiti. Si va dall'Ospedale Sant'Anna di Bergamo che ha organizzato test gratuiti per l'osteoporosi alla Lilt di Roma che offre visite gratuite alle neo mamme per la prevenzione del tumore al seno e alle ghiandole salivari.

La Società italiana di pediatria (Sip) si concentra invece sull'importanza della vaccinazione contro la pertosse in gravidanza, con un'azione di informazione sul sito e sui canali social della Sip. Mentre una pagina del sito della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg) è dedicata alla salute della donna, con materiali scaricabili che i medici di famiglia potranno utilizzare nelle sale d'attesa dei propri studi. Il 22 aprile, invece ci sarà una edizione speciale di FimmgNotizie con articoli tematici sulla salute al femminile.

Tutte le iniziative promosse online e sul territorio da associazioni, ospedali e dalla rete degli Irccs che hanno ottenuto il logo della Giornata sono elencate sul sito del Ministero della Salute, in una sezione dedicata. Infine, dal 2007 l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere (Onda) attribuisce i Bollini rosa, un riconoscimento agli ospedali italiani 'vicini alle donne' con servizi dedicati di prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili. Sul sito bollinirosa.it è possibile consultare le schede di tutti gli ospedali con i relativi servizi premiati e conoscere i servizi gratuiti offerti in occasione delle iniziative "Ospedali a porte aperte".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pasqua, tornano le tavolate, il 65% degli italiani a casa

Coldiretti/Ixè, 70 euro spesa a famiglia,vincono agnello e dolci

Terra & Gusto Dolce & Salato
Chiudi Pasqua: tornano le tavolate, il 65% degli italiani a casa (ANSA) Pasqua: tornano le tavolate, il 65% degli italiani a casa

Il 65% degli italiani ha deciso di consumare a casa propria o di parenti e amici il tradizionale pranzo di Pasqua per il quale è stimata una spesa media di quasi 70 euro a famiglia. E' quanto emerge dall'analisi Coldiretti/Ixè 'La Pasqua 2019 degli italiani a tavola'. Tornano anche le grandi tavolate ed in media, su ogni tavola di pasqua ci saranno 8 persone che nella stragrande maggioranza dei casi (80%) consumerà un menù tradizionale con piatti tipici regionali. Ci sarà un esiguo 5% che si mantiene a dieta in vista dell'estate ed un 3% che mangia vegano o vegetariano.

Oltre alle feste in casa non manca chi preferisce il ristorante o l'agriturismo dove, sottolinea Coldiretti, si stimano 350mila persone a tavola. Da nord a sud le ricette di Pasqua caratterizzano il Paese e l'alimento più rappresentativo della tradizione per la maggioranza degli italiani resta la carne d'agnello che viene servita in oltre la metà delle tavole (51%) in casa, nei ristoranti e negli agriturismi.

"Il tradizionale pranzo di Pasqua - continua l'associazione - rappresenta anche un appuntamento determinante per la sopravvivenza dei pastori in Italia, anche in considerazione delle battaglie che gli allevatori stanno affrontando per vedersi riconosciuto un giusto prezzo per il latte". Sulle tavole degli italiani non mancano i dolci come la colomba scelta dal 70% delle famiglie a pari merito con l'uovo di cioccolato.

E quest'anno si assiste alla riscossa delle specialità regionali, sia dolci sia salate, preparate in casa in quasi sei famiglie su dieci (59%) nel rispetto delle tradizioni locali e che hanno le uova tra gli ingredienti principali. Tra questi la 'scarcedda' lucana, la torta pasqualina della Liguria, la cuzzupa calabrese, in Piemonte il Salame del Papa, nelle Marche le Ciambelle "strozzose", in Ciociaria, nel Lazio, la Pigna pasquale che è anche il dolce tipico della Resurrezione cristiana in Molise.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Al via l'operazione 'Scuole sicure', task force contro lo spaccio

Dal Viminale 4,2 milioni, telecamere e polizia. Coinvolti 100 Comuni

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi Controlli antidroga a Roma (ANSA) Controlli antidroga a Roma

Al via l'operazione Scuole Sicure 2019/2020: 100 i comuni interessati per 18 regioni, 4,2 milioni di euro le risorse messe a disposizione dal Ministero dell'Interno. I comuni interessati - informa il Viminale - dovranno presentare la richiesta di finanziamento alla Prefettura entro il prossimo 31 maggio.

Il contributo, che si compone di una quota fissa di 20.000 euro identica per tutti e di una quota variabile commisurata alla popolazione residente al 1 Gennaio 2018, potrà essere destinato nel prossimo anno scolastico alla realizzazione di sistemi di videosorveglianza (che non abbiamo già beneficiato di forme di contribuzione pubblica), all'assunzione a tempo determinato di agenti di Polizia locale, al pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario del personale della Polizia locale, all'acquisto di mezzi ed attrezzature e alla promozione di campagne informative volte alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

"La droga è una emergenza nazionale, sono pronto a convocare i rappresentanti delle comunità e di tutti i soggetti interessati. Chi pensa che la droga non sia un problema sbaglia di grosso, soprattutto nei dintorni delle scuole. I venditori di morte vanno colpiti e contrastati duramente", afferma il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

E a proposito dell'iniziativa, il ministro precisa: "Confermiamo l'impegno concreto a favore degli amministratori locali, rafforzando un'iniziativa che abbiamo inaugurato un anno fa, dedicando risorse specifiche per contrastare gli spacciatori vicino alle scuole. Siamo sempre più attenti alle esigenze del territorio. Con il Decreto sicurezza abbiamo dato più poteri e fondi ai sindaci, abbiamo iniziato a rafforzare tutte le questure d'Italia e abbiamo dato risorse aggiuntive per la videosorveglianza dei Comuni, per la Province, per i paesi sotto i 20mila abitanti. E oggi continuiamo in questa direzione. Dalle parole ai fatti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sentiero Italia, il più lungo trekking al mondo torna protagonista

Uno dei più lunghi percorsi escursionistici al mondo attraverso l'anima d'Italia

ViaggiArt Bellezza
Chiudi Una foto tratta dal sito del Club Alpino Italiano (Ph.Andrea Sansone) (ANSA) Una foto tratta dal sito del Club Alpino Italiano (Ph.Andrea Sansone)

 

   Nell'anno del turismo lento si torna a parlare di Sentiero Italia, un tracciato escursionistico di oltre 6 mila km che attraversa tutte le regioni italiane, attraverso il versante meridionale delle Alpi, lungo l'intera dorsale appenninica e le isole. Il Club Alpino Italiano ha infatti avviato un grande lavoro di ripristino dell'infrastruttura escursionistica e al contempo è proprio lungo questo percorso che si svolgerà il progetto Va' Sentiero, un viaggio collettivo ideato da tre ragazzi e patrocinato dal Touring Club Italiano, con l'obiettivo di dare voce a questo tracciato e alle terre che attraversa.



   Sentiero Italia è il percorso di trekking più lungo del mondo: misura 6880 chilometri e attraversa 20 regioni, con 400 tappe e 6 siti naturali Unesco attraversati. Ovviamente è facilmente percorribile a tappe. L'idea di realizzarlo la ebbe nel 1981 il giornalista, fotografo ed escursionista Riccardo Carnovalini, che la concretizzò poi nel 1983 insieme ad altri esperti. Nel 1995 lungo questo affascinante percorso migliaia di appassionati parteciparono alla prima edizione di CamminaItalia. L'itinerario è stato fatto proprio dal CAI nel 1990.

   Il Sentiero Italia è un cammino per tutti, un percorso escursionistico, un trekking da percorrere zaino in spalla anche a piccoli tratti, che non tocca le vette delle montagne ma le terre alte d'Italia, anima del nostro Paese. Non è assolutamente un'arrampicata, insomma, e in quei tratti più impegnativi il CAI ha previsto delle alternative per renderlo accessibile a tutti.

   Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia attualmente è quasi completamente segnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura S.I.

   Oggi il CAI, con l'aiuto dei gruppi regionali, sta facendo un grande lavoro di ripristino dell'infrastruttura. "Abbiamo un sogno, quello di unire l'Italia intera in un abbraccio, attraverso la percorrenza a piedi degli straordinari territori che il nostro Paese è in grado di offrire non appena si abbandona la strada asfaltata", afferma il presidente del CAI Vincenzo Torti. E' stata fatta dal CAI una verifica e un recupero di tutto il sentiero, in quanto negli anni molti tratti non erano più ben percorribili. E così sono cominciati gli appuntamenti Cammina Italia CAI 2019, una serie di tappe in ogni regione.

    La prospettiva è di creare entro il 2020 un percorso strutturato e un itinerario permanente, come la Via Francigena o il Cammino di Santiago che celebri le bellezze d'Italia. "Al Sud e nelle isole c'è molto entusiasmo - racconta Torti -, è chiaro che si sentono uniti e partecipi. Nel 2020 contiamo di coinvolgere le scuole, ogni scuola sarà invitata a percorrere una tappa del sentiero. Vogliamo lasciare questo splendido percorso alle generazioni future".

   Lungo questo affascinante tracciato si svolge Va' Sentiero, un'iniziativa ideata tre giovani - Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono - e patrocinata, tra gli altri, dal Touring Club Italiano.



E' un viaggio lungo un anno che parte il prossimo 1 maggio. "Nel 2016 - racconta Yuri Basilicò - ho scoperto questo percorso escursionistico, sono stati dei ragazzi norvegesi a farmelo conoscere. E' un patrimonio unico che abbiamo in Italia che non è affatto conosciuto, mentre può attrarre turismo e promuovere terre bellissime ma purtroppo spopolate, usi e costumi che stanno scomparendo e che sono la nostra risorsa. Così tra 2016 e 2017 abbiamo cominciato a lavorarci, cominciando a conoscere Riccardo Carnovalini e chi questo percorso lo aveva ideato. Da lì - spiega Yuri - è nata l'idea di un viaggio collettivo: il nostro obiettivo è dare voce a questo sentiero, promuoverlo e coinvolgere la gente a mettersi in cammino con noi".

   La prima tranche del viaggio lungo il Sentiero Italia Cai durerà da maggio a novembre, quando i tre ragazzi, e il gruppo che nel frattempo si è già costituito (tutti tra 20 e 30 anni), si fermeranno per trascorrere l'inverno nei luoghi terremotati del Centro Italia, tra le popolazioni colpite dal sisma. Chiaramente "in alcuni casi, come questo, faremo delle digressioni dal sentiero per entrare nei centri abitati e raccontare la vita delle popolazioni che incontreremo".

   Dopo tre mesi di pausa il cammino riprenderà per concludersi in Sardegna nel settembre 2020. "Dormiremo in rifugi, ostelli e tra coloro che ci daranno ospitalità - spiega Yuri -. Racconteremo le tappe e ciò che vedremo nel nostro cammino attraverso video e post sul nostro sito e sui canali social. Cercheremo di promuovere quella cultura della montagna che in Italia non c'è".

enrica.dibattista@ansa.it 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

In vista nuovo record, una donna nello spazio per un anno

Si prepara l'astronauta Christina Koch della Nasa

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi L'astronauta della Nasa Christina Koch (fonte: NASA) (ANSA) L'astronauta della Nasa Christina Koch (fonte: NASA)

Nuovo record in vista per le donne dello spazio: l'astronauta Christina Koch, della Nasa, e' stata assegnata a tre missioni consecutive a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, per un totale di circa un anno consecutivo di permanenza in orbita: quasi due mesi in piu' rispetto al precedente record detenuto dalla collega Peggy Whitson, che detiene anche il primato assoluto del maggior numero di passeggiate spaziali, una decina di giorni in piu' rispetto alla permanenza record di Scott Kelly.

Considerando pero' l'insieme delle missioni alle quali ha partecipato complessivamente, Peggy Whitson ha al suo attivo 665 giorni 22 ore e 22 minuti trascorsi in orbita.
Lunghi tempi di permanenza nello spazio, come quelli che si prepara ad affrontare Christina Koch e come ha fatto Kelly, sono cruciali per studiare le reazioni dell'uomo alla lunga permanenza nello spazio, al fine di supportare future missioni su Luna e su Marte.

"Gli astronauti dimostrano una straordinaria capacita' di adattamento in risposta alla lunga esposizione ai voli spaziali", ha rilevato Jennifer Fogarty, a capo del programma Human Research presso il Johnson Space Center della Nasa a Houston. La Nasa sta programmando le future missioni di esplorazione di Luna e Marte "sulla base di quanto abbiamo imparato con i voli di durata superiore ai 250 giorni". Koch fara' parte delle spedizioni, 59, 60 e 61, una delle quali avra' per protagonista Luca Parmitano dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Toyota e Softbank scommettono su guida autonoma, un miliardo a Uber

Consolidamento degli investimenti per i trasporti di nuova generazione

Motori Industria
Chiudi Toyota e Softbank scommettono su guida autonoma, un miliardo a Uber (ANSA) Toyota e Softbank scommettono su guida autonoma, un miliardo a Uber

Si fa sempre più serrata la corsa per lo sviluppo della guida autonoma, e dei servizi avanzati di mobilità. A pochi mesi dall'ultimo adeguamento degli investimenti, e poco prima dallo sbarco in borsa di Uber, Toyota e SoftBank si rifanno sotto per determinare il ritmo sul progresso di una tecnologia diventata sempre più palpabile e reale, e dalla quale dipenderà la futura sostenibilità dei ricavi. La prima casa auto nipponica e l'operatore delle telecomunicazioni, con l'azienda di componenti auto Denso, hanno messo sul piatto un importo totale di un miliardo di dollari, per costituire la divisione Advanced Technologies Group (Atg), un'entità indipendente da Uber che ha raggiunto un valore di 7,25 miliardi di dollari - con un board separato rispetto alla casa madre, della quale controlleranno una quota del 10%.

Toyota inoltre contribuirà con altri 300 milioni di dollari nei prossimi 3 anni per progettare veicoli autonomi di nuova generazione e servizi associati alla nuova tecnologia. Il vicepresidente della casa auto nipponica, Shigeki Tomoyama - a San Francisco per la presentazione dell'accordo, ha affermato che il lavoro di gruppo "servirà a garantire l'accessibilità dei costi, velocizzando il raggiungimento degli obiettivi" . Dello stesso parere l'amministratore delegato di Uber, Dara Khosrowshahi, convinto che l'innovazione legata alla guida autonoma "trasformerà il concetto della forma di trasporto come inteso oggi, contribuendo a un maggior livello di sicurezza sulle strade e di vivibilità delle nostre città".

L'intesa arriva dopo un'iniezione di liquidità di 500 milioni di dollari portata a termine da Toyota la scorsa estate, e un'altra collaborazione siglata lo scorso ottobre tra la stessa casa auto e SoftBank per la creazione di servizi di mobilità. Le due aziende puntano a introdurre il primo veicolo autonomo nella seconda metà del 2020, usando il servizio e-Palette costruito dalla Toyota, che riguarda un veicolo a batteria senza conducente. La SoftBank - già maggiore azionista della piattaforma di servizi per i taxi, intanto continua a investire in servizi analoghi, dalla cinese Didi, all'indiana Ola, oltre a consolidare, tramite la Arm, il processo di apprendimento nell'evoluzione dell'uso della rete con l'Internet delle cose (IoT). Va avanti nel frattempo il percorso che porterà alla quotazione di Uber al New York Stock Exchange (Nyse) nella prima parte di maggio, con una valutazione che potrebbe sfiorare i 100 miliardi di dollari, scatenando un'ulteriore corsa agli investimenti dei principali players.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pasqua, in viaggio un italiano su tre

Caro-benzina da 110 mln per gli italiani in viaggio. Codacons: rincari fino al 7%, fino a +5,5 euro per un pieno.

Motori Attualità
Chiudi Pasqua, in viaggio un italiano su tre (ANSA) Pasqua, in viaggio un italiano su tre

 Le previsioni del tempo che promettono bel tempo, almeno fino a domenica, e il fatto che con pochi giorni di ferie sia possibile allungare le vacanze fino al 25 aprile o addirittura al 1 maggio, hanno fatto sì che tanti italiani si siano messi in viaggio per il primo grande ponte del 2019, con il desiderio di concedersi una pausa, nonostante a preoccupare siano i rincari del prezzo della benzina.

Uno su 3 infatti, il 32%, ha scelto di partire: uno studio Coldiretti/Ixè evidenzia anche uno scaglionamento delle partenze nell'arco delle due settimane, con un primo gruppo di oltre 5 milioni di persone in partenza per la festività di domenica 21 aprile. Le mete preferite restano quelle lungo la Penisola che consentono di ottimizzare il tempo a disposizione. Tuttavia tra i vacanzieri c'è anche un 14% che varca le frontiere. Il 40% di chi si mette in viaggio preferisce le località di mare, anche grazie al bel tempo e alle temperature più che primaverili che tuttavia, il lunedì di Pasquetta, cederanno il posto a venti forti e piogge a partire dalla serata. Al secondo posto tra i posti più gettonati ci sono le città con il 27%, seguono i parchi naturali, montagna e campagna. La maggior parte riapre le case di proprietà o prende appartamenti in affitto.

Per Federalberghi saranno 21 milioni e 335 mila gli italiani in viaggio in tutto il periodo, per un giro di affari complessivo pari a circa 8,2 miliardi di euro. "Il settore alberghiero parte bene ma mai con il pienone, eccezion fatta per Matera sold out", fa notare tuttavia Carmela Colaiacovo, Vicepresidente dell' Associazione Italiana Confindustria Alberghi. Con un milione di ospiti nei quasi 23 mila agriturismi italiani, spopola la formula di vacanza green, complice la Pasqua 'alta', stima Turismo Verde, l'associazione di Cia-Agricoltori Italiani, che prevede 350 mila presenze solamente tra Pasqua e Pasquetta, con un incremento del 9% rispetto al 2018.

Gli spostamenti stanno già causando traffico intenso sulle arterie stradali e autostradali principali, soprattutto verso il sud e in uscita dalle grandi città. Il treno sarà invece scelto da oltre 15 milioni di persone. Il sovraffollamento però preoccupa alcuni sindaci: il Comune di Venezia, per esempio, ha emanato un'ordinanza con la quale prevede, per il periodo delle festività pasquali e del primo maggio, deviazioni o stop temporanei sulle calli per i turisti, in caso di alta affluenza.

Gli italiani che si sposteranno in auto durante le feste di Pasqua e per i prossimi ponti dovranno mettere in conto una stangata con rincari complessivi per 110 milioni di euro per la benzina. A lanciare l'allarme è il Codacons, che denuncia il forte rialzo dei listini di benzina e gasolio registrato nelle ultime settimane. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Doppia operazione a cuore fermo, salva una madre e la sua bambina

Ad Alessandria. Donna incinta era affetta da tromboembolia

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Doppia operazione a cuore fermo, salva una madre e la sua bambina (ANSA) Doppia operazione a cuore fermo, salva una madre e la sua bambina

Una donna e la bambina che portava in grembo sono state salvate da una doppia operazione all'ospedale di Alessandria. L'intervento multidisciplinare ha permesso di far nascere con parto cesareo la neonata e, in contemporanea, di operare ai polmoni la madre. Che oggi, uscita dalla Terapia Intensiva, ha abbracciato per la prima volta la figlia.

Giunta in ospedale per una sincope, alla donna - una trentenne alla 34esima settimana di gravidanza - è stata diagnosticata una tromboembolia polmonare, ovvero la formazione di coaguli di sangue nell'arteria polmonare che ne ostacolava la corretta circolazione sanguigna. La causa, si è scoperto dopo l'intervento, era proprio il feto, che poggiava su una vena a livello delle gambe.

Si è così proceduto al cesareo e, in contemporanea all'estrazione del feto, a fermare il cuore per procedere in simultanea sulla tromboembolia e all'espulsione della placenta. Un intervento molto raro, che ha salvato due vite.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Appuntamento per Jeep Camp 2019 a San Martino di Castrozza

Dal 12 a 14 luglio con debutto del nuovo pick-up Gladiator

Motori Attualità
Chiudi Appuntamento per Jeep Camp 2019 a San Martino di Castrozza (ANSA) Appuntamento per Jeep Camp 2019 a San Martino di Castrozza

L'edizione 2019 del Camp Jeep - l'evento più importante nell'ambito delle attività europee del Jeep Owners Group (JOG) e, in generale, degli appassionati di questo iconico marchio - si svolgerà San Martino di Castrozza in provincia di Trento dal 12 al 14 luglio. Per l'occasione FCA annuncia un'anteprima europea che renderà ancora più emozionante la sesta edizione del raduno monomarca, il debutto europeo della nuova Jeep Gladiator. Questo pick-up con le capacità off-road migliori di sempre, dopo il debutto mondiale a novembre 2018 in occasione del Salone di Los Angeles, sarà protagonista San Martino di Castrozza anche di personalizzazioni uniche firmate Mopar, il brand di FCA dedicato ai prodotti e servizi postvendita per tutti i veicoli del Gruppo.

Una tre giorni dedicata al fuoristrada e alla gamma delle iconiche 4x4 americane, in cui gli iscritti al Camp 2019 potranno testare l'intera gamma di suv Jeep, mettere alla prova la propria Jeep nei chilometri di percorsi off-road a disposizione nell'area e accedere a tantissime attività quali concerti di musica dal vivo e animazioni per i più piccoli. Nel cuore delle maestose Dolomiti, sarà possibile vivere una nuova un'avventura in puro stile Jeep Jamboree, il più classico dei raduni a stelle e strisce, il cui format viene ripreso ogni anno per organizzare una trentina di questi eventi: dalla California fino al Maine, dall'Arizona fino al Tennessee. Una tradizione americana che dal 2014 si è rinnovata in Europa con gli spettacolari Camp Jeep, una grande festa di libertà, passione e avventura. Protagonista indiscussa di questa edizione organizzata in Trentino sarà certamente la nuova Jeep Gladiator, segna il ritorno del marchio nel segmento dei pick-up. Il nuovo modello si ispira alla lunga tradizione di robusti e affidabili pick-up del marchio Jeep e offre design autentico, funzionalità e versatilità, capacità di carico e di traino ai vertici della categoria, libertà di guida open-air, efficienti ed avanzati motopropulsori, dinamica di guida su strada e leggendarie doti off-road, oltre ad una vasta gamma di dotazioni per la sicurezza e tecnologie intuitive. Prodotta a Toledo (Ohio, USA) e commercializzata negli Stati Uniti dalla primavera di quest'anno, la nuova Jeep Gladiator arriverà nel 2020 nelle concessionarie della regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa). Al Camp Jeep 2019 gli appassionati davranno anche la possibilità di conoscere da vicino un'altra importante novità: la Jeep Wrangler Rubicon 1941 designed by Mopar. Lanciata al Salone di Ginevra, la Jeep Wrangler Rubicon 1941 è un allestimento 100% street legal pensato per il fuoristrada e capace di esaltare al massimo il desiderio di avventura. Realizzata con specifici Jeep Performance Parts, sfoggia tra gli altri il kit con sospensioni rialzate di 2 pollici, lo snorkel, le rock rails, il battitacco nero, il black fuel door e i tappetini all weather. Completa la configurazione hard una livrea 1941 che ricorda una data simbolo per il marchio Jeep, la nascita della Willys, richiamata peraltro su altri particolari della vettura come ad esempio il cerchio, il pomello cambio e il tavolino per il portellone posteriore. Inoltre, il veicolo è arricchito con i Jeep Authentic Accessories selezionati dalla gamma degli oltre 200 accessori Jeep Wrangler, che nello specifico comprendono griglia frontale Seven Slots, paraspruzzi, luci off-road e calotte specchio - tutto in nero opaco in contrasto con la carrozzeria gialla Hella Yella. Sarà disponibile, a partire dall'estate 2019, su tutte le versioni Wrangler 2.2 diesel, anche quindi su Sahara e Sport. Maggiori dettagli sul Camp Jeep 2019 saranno disponibili su https://www.jeep-official.it/camp-jeep e sui canali social di Jeep Facebook: https://www.facebook.com/JeepItalia/ e Instagram: https://www.instagram.com/jeep.italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ponti di primavera, i consigli degli esperti per viaggiare sicuri

Da ACI quello che c'è da sapere su cinture, animali, bagagli e soccorso

Motori Sicurezza
Chiudi Ponti di primavera,consigli esperti Aci per viaggiare sicuri (ANSA) Ponti di primavera,consigli esperti Aci per viaggiare sicuri

In vista dell'esodo sulle strade e autostrade del Paese, che porterà ad un traffico molto intenso sino al 6 maggio termine dell'ultimo 'ponte' gli esperti dell'Automobile Club d'Italia ha stilato un breve elenco di quattro consigli per viaggiare rilassati e sicuri anche in questi giorni. La prima regola - ricorda l'ACI - è di allacciare le cinture (anche ai posti posteriori) e di far viaggiare i bambini sui seggiolini omologati. Al momento di iniziare il viaggio tutti devono allacciare le cinture di sicurezza, sia sui sedili anteriori che su quelli posteriori. I bambini devono essere sistemati sugli appositi seggiolini, i quali vanno acquistati in base a peso e altezza. In auto, va ricordato, è consentito trasportare animali domestici, purché non creino impedimento alla guida. Se viaggia con noi più di un amico a quattro zampe, bisognerà sistemarli tutti negli appositi contenitori o nel vano posteriore dell'auto, che dovrà essere separato dall'abitacolo tramite una rete. Altro elemento di criticità possono essere i bagagli che - così come qualunque altro oggetto - devono essere posizionati nel vano di carico o in eventuali altri spazi. In caso di brusca frenata o impatto violento, infatti, gli oggetti non correttamente stivati mettono in pericolo l'incolumità degli occupanti del veicolo. L'ultimo consiglio riguarda l'uso dello smartphone In caso di difficoltà o emergenza. Scaricando la App Aci Space - disponibile per iOS o Android - è infatti possibile ricevere assistenza dagli addetti del soccorso stradale ACI o chiedere assistenza per la casa e il medico. Con questa App si ha a portata di 'telefonino' il mondo degli sconti per i Soci ACI, ma si può anche avere utili informazioni sui luoghi dove parcheggiare, sul benzinaio più vicino e verificare anche i prezzi dei carburanti. In alternativa alla App (tutti i vantaggi si scoprono su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=0-P4cKD2kH4) l'ACI può essere contattato con il numero verde 803.116 o dall'estero 0039 02 66 165 166. Da memorizzare anche altri due numeri utili: 06.491115 a cui fa capo il servizio viaggiatori all'estero della Farnesina e 1518 per le informazioni sulla viabilità. Entrambi questi numeri sono attivi 24 ore su 24.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Una farfalla rossa batte le ali a 1.400 anni luce dal Sole

È una culla di stelle

Scienza & Tecnica News
Chiudi Una nebulosa, culla di stelle, dalla curiosa forma di farfalla, è stata immortalata dal telescopio spaziale Spitzer della Nasa (fonte: NASA/JPL-Caltech) (ANSA) Una nebulosa, culla di stelle, dalla curiosa forma di farfalla, è stata immortalata dal telescopio spaziale Spitzer della Nasa (fonte: NASA/JPL-Caltech)

Una farfalla rossa, culla di centinaia di stelle, batte le ali a circa 1.400 anni luce di distanza dal Sole. Le sue ali sono enormi bolle di rovente gas interstellare, gonfiate dalle stelle più massicce, grandi più di 10 volte il Sole. Protagonista è una nebulosa, una nube di gas e polveri, nome in codice W40 (Westerhout 40), immortalata dal telescopio spaziale a infrarossi Spitzer della Nasa.

L’immagine è, in realtà, un mosaico di quattro distinte foto scattate dal telescopio Nasa. Le nuove stelle che si accendono all’interno della nebulosa, insieme a quelle che a poco a poco si spengono, ne plasmano la forma. Il vento stellare emesso dalle nuove nate o il materiale espulso quando, esaurito il proprio combustibile nucleare, le stelle più anziane esplodono, è infatti responsabile di strutture che si proiettano simmetricamente ai due lati del corpo centrale della nebulosa. Proprio come due variopinte ali di farfalla dispiegate in volo.

Il processo, però, condiziona anche la vita stessa di questo incubatore di stelle. Il materiale proiettato nello spazio è, infatti, sottratto alla formazione di nuove stelle. Che può rallentare, o persino arrestarsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nuova Audi R8, la bellezza di un V10 aspirato da 620 Cv

Sportiva Coupé e Spyder, anche da 570 Cv, che fila a 331 km/h

Motori Prove e Novità
Chiudi Nuova Audi R80, la bellezza di un V10 aspirato da 620 Cv (ANSA) Nuova Audi R80, la bellezza di un V10 aspirato da 620 Cv

Al via la prevendita in Italia delle nuove Audi R8 Coupé e Spyder, icone di sportività e performance, che mettono ora a disposizione degli appassionati una versione ancora più evoluta del motore V10 5.2 FSI aspirato, abbinato alla trazione integrale permanente Quattro e al cambio a doppia frizione S Tronic a 7 rapporti. Questa iconica unità con frazionamento a 10 cilindri - presentata per la prima volta 10 anni fa - è disponibile in due step di potenza, rispettivamente 570 Cv e 560 Nm di coppia oppure 620 Cv e 580 Nm. Nel primo caso, Audi R8 dispone di 30 Cv e 10 Nm in più rispetto alla precedente generazione, mentre nel secondo caso l'upgrade si attesta a un guadagno di 10 Cv e 20 Nm.

 

La nuova Audi R8 V10 Quattro scatta così da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi nella versione Coupé e 3,5 secondi in quella Spyder raggiungendo una velocità massima di, rispettivamente, 324 e 322 km/h a fronte di consumi nel ciclo combinato di 13,1 - 13,3 litri e 13,3 - 13,5 litri ogni 100 chilometri. Le emissioni di CO2 di sono rispettivamente di 296 - 302 g/km per la Coupé e di 300 - 305 g/km per la variante Spyder.

Il V10 5.2 FSI delle Audi R8 V10 performance Quattro, che erogare 620 Cv e 580 Nm di coppia grazie all'ottimizzazione del sistema di distribuzione e alle nuove valvole in titanio, permette alla Coupé di scattare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e toccare una velocità massima di 331 km/h a fronte di consumi nel ciclo combinato di 13,1 - 13,3 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di CO2 di 296 - 301 grammi/km. Prestazioni al top anche per la Spyder che accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e raggiunge i 329 km/h (consumi di 13,5 - 13,6 litri/100 km ed emissioni di 301 - 306 grammi/km di CO2). ''Con il 50% dei componenti condivisi con la R8 LMS GT3 e il 60% con la R8 LMS GT4, - ha commentato Oliver Hoffmann, responsabile dello sviluppo tecnico di Audi Sport GmbH - nessun'altra vettura di serie è così simile a un'auto da corsa quanto R8''. Lo confermano numerose caratteristiche distintive di questa nuova generazione della R8 quali l'eccezionale reattività alle pressioni dell'acceleratore, il sound allo scarico unico e la 'fame di giri' del V10 aspirato, una prerogativa - segnala Audi - ''che è sconosciuta ai propulsori turbocompressi''.

Il V10 della nuova R8 è prodotto nello stabilimento di Gyr, in Ungheria, è estremamente compatto. Un radiatore separato mantiene sotto controllo la temperatura dell'olio. La lubrificazione è a carter secco con pompe a portata variabile. Una caratteristica, quest'ultima, derivata dal mondo delle competizioni e che porta in dote sia la collocazione ribassata del V10 sia un flusso d'olio costante in qualsiasi frangente, incluse le accelerazioni laterali di 1,5 G raggiungibili da R8. Il propulsore, in entrambi gli step di potenza, è corredato del filtro antiparticolato e lavora in abbinamento alla trazione integrale permanente quattro con differenziale meccanico autobloccante al retrotreno e alla trasmissione a doppia frizione S Tronic a 7 rapporti. L'evoluzione delle sospensioni porta in dote una stabilità e una precisione da riferimento. La servoassistenza dello sterzo sia dinamico (a richiesta) sia elettromeccanico è stata affinata. Alle modalità di marcia previste dall'Audi Drive Select si aggiungono, nel caso di R8 V10 performance Quattro, i programmi dry, wet e snow che influiscono sulla taratura del controllo elettronico di stabilizzazione ESC. Audi R8 V10 performance quattro si arresta, rispetto alla precedente V10 plus, in uno spazio inferiore di 1,5 metri da 100 a 0 km/h, di 5 metri da 200 a 0 km/h. Audi ha fissato un listino per R8 V10 Quattro che parte da 179.800 euro per la Coupé e 193.100 euro per la Spyder.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Opel protagonista di 'the Voice of Italy' con gamma suv

Accompagneranno giudici e concorrenti durante le punate

Motori Attualità
Chiudi Opel protagonista di 'the Voice of Italy' con gamma suv (ANSA) Opel protagonista di 'the Voice of Italy' con gamma suv

Opel ribadisce il suo interesse per la musica attraverso la 'partnership' con the Voice of Italy, programma tv di Raidue che, in collaborazione con Wavy, è a caccia dei talenti canori italiani. All'edizione 2019 si affianca il marchio tedesco che porterà sul palcoscenico Crossland X e Grandland X, due dei suv della gamma Opel e modelli apprezzati dai clienti italiani.

Simona Ventura guiderà la nuova edizione di the Voice of Italy 2019 e i giudici saranno Morgan, Gué Pequeno, Elettra Lamborghini e Gigi D'Alessio. I suv Opel accompagneranno giudici, concorrenti nelle puntate in onda dal 23 aprile al 30 maggio, e cercheranno la migliore voce italiana in una competizione dove contano solo le capacità canore. Durante il programma Opel sarà presente con delle clip video dove i suv Opel saranno protagonisto insieme ai concorrenti ed ai giudici. Inoltre saranno pubblicati sui canali social di Opel delle video clip e delle fotogallery esclusive che accompagneranno gli spettatori che commenteranno usando l'hashtag #TVOIconOpel, attraverso le varie fasi del programma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La tavola periodica diventa arte e celebra Primo Levi

Nella mostra promossa da Brera e Università di Milano-Bicocca

Scienza & Tecnica Scienza e arte
Chiudi La mostra 'La chimica nell'arte: i primi 150 anni della tavola periodica' (fonte: BreraBicocca) (ANSA) La mostra 'La chimica nell'arte: i primi 150 anni della tavola periodica' (fonte: BreraBicocca)

La chimica si trasforma in opere d'arte per celebrare due importanti anniversari: i 150 anni della tavola periodica, ideata dal chimico russo Mendeleev, e i 100 anni dalla nascita di Primo Levi, chimico e scrittore, autore dell'opera scientifico-letteraria 'Il Sistema Periodico'. Accade nella mostra 'La chimica nell'arte: i primi 150 anni della tavola periodica', allestita all'Università di Milano-Bicocca nell'ambito del progetto BreraBicocca, nato dalla collaborazione fra l'ateneo e l'Accademia di Belle Arti di Brera per coniugare ricerca scientifica e arte.

Proprio come Primo Levi è riuscito a fondere la conoscenza della chimica con la passione letteraria, così è stato proposto agli studenti di Brera di raccontare questo doppio anniversario così importante per la chimica declinandolo in modi sorprendenti nelle loro opere d'arte. Sono 22 quelle esposte davanti all'aula magna della Bicocca, "in un allestimento su due grandi pareti che richiama la disposizione geometrica degli elementi chimici della tavola periodica", racconta Eraldo Paulesu, professore di neuroscienze all'Università di Milano-Bicocca. "Le opere migliori - prosegue il docente - saranno premiate dal consiglio scientifico del progetto BreraBicocca con una borsa di studio di mille euro, mentre sarà assegnato un premio speciale per l'opera più votata dal pubblico, dal vivo e online sul sito www.brerabicocca.it".

La mostra sarà aperta fino al 30 aprile, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20 presso l'Università di Milano-Bicocca: la visita è ad accesso libero e gratuito. Al termine del concorso, le opere premiate saranno acquisite dall'ateneo: "l'obiettivo - sottolinea Paulesu - è creare nel tempo una quadreria con le opere dei giovani artisti affiancate a quelle di maestri affermati, premiati sempre nell'ambito del progetto BreraBicocca, che hanno concesso gratuitamente le loro opere".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Smart EQ fortwo e-cup a Vallelunga dopo parata e-prix Roma

Appuntamento per il weekend 3-5 maggio sul circuito del Lazio

Motori Attualità
Chiudi Smart EQ fortwo e-cup a Vallelunga dopo parata e-prix Roma (ANSA) Smart EQ fortwo e-cup a Vallelunga dopo parata e-prix Roma

ROMA - full electric, hanno calcato lo stesso percorso della Formula E, a poche ora dal via della gara sportiva a zero emissioni. Le strade della smart EQ fortwo e-cup e della Formula E si sono così incrociate per la terza volta in soli due anni, a forte testimonianza del grande impegno di entrambe le serie nella promozione della nuova mobilità ecosostenibile. Cresciuta fino a diventare quest'anno Campionato Italiano Energie Alternative, la smart e-cup si appresta a scendere in pista con il primo appuntamento racing dell'anno, in programma sul tracciato di Vallelunga nel weekend del 3-5 maggio, dove oltre 20 'smartine' si daranno battaglia sui 1746 metri dello storico circuito capitolino.

Tanti sono stati i piloti e gli ospiti che si sono alternati al volante delle smart da corsa nella sfilata per le vie del centro di Roma, tra cui l'ex tester F1 Carmen Jorda, che ha avuto un coequiper d'eccezione come Radek Jelinek, ceo di Mercedes Italia e l'attore Matteo Martari. Sulla via di Roma anche le star tedesche Nico Pliquett, Katerina Phr e Robin Knoblauch. A testimonianza del rapporto con la smart EQ fortwo e-cup, Francesco Venturini, ceo di Enel X, ha voluto confermare il supporto come energy partner della serie guidando in prima persona la vettura brandizzata TheVox, il nuovo canale di comunicazione ecosostenibile di Enel X. Iniziativa simile per Francesco De Meo che ha portato tutto il supporto di e-gap tramite una postazione mobile di ricarica e provando dal vivo l'esperienza di guida di una vera auto da corsa 100% elettrica come la smart e-cup. Prossimo appuntamento, tra 15 giorni, sul circuito di Vallelunga con oltre 20 smart pronte a darsi battaglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Denuncia Goi a Bindi. Procura, archiviare

Coinvolti componenti ex Commissione Antimafia. Gup si riserva

Legalità & Scuola Speciali ed eventi
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 19 APR - Si è tenuta stamattina l'udienza dinanzi il Gup presso il Tribunale di Roma, Valerio Savio, del procedimento che vede coinvolti gli ex vertici della Commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi e Claudio Fava ed i componenti Davide Mattiello (Pd) e Mario Michele Giarrusso (M5s) per abuso di ufficio e diffamazione. Il fascicolo fu aperto dal capo della Procura di Roma, Giuseppe Pignatone nell'ottobre 2017 dopo una denuncia presentata dal Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia (Goi) Stefano Bisi che lamentava un "animo persecutorio" dell'Antimafia della passata legislatura ai danni dei massoni del Grande Oriente d'Italia e del suo leader. La prova di questa "massofobia" - dal titolo di un pamphlet edito dallo stesso GOI - sarebbe il sequestro degli elenchi degli iscritti alla massoneria (non solo del Goi, ma tutte le 4 principali obbedienze) della Calabria e della Sicilia, nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Commissione allora presieduta dalla Bindi.
    Non la pensa così la Procura di Roma, che, con atto sottoscritto da Pignatone e dai tre vice Ielo, Prestipino e Sabelli, ha chiesto l'archiviazione del procedimento cui il Goi si è opposto con una memoria sottoscritta dal cielo difensivo della Loggia, gli avvocati Fabio Federico e Raffaele D'Ottavio.
    Le difese (l'ex parlamentare Pd Marco Di Lello per Fava, Filippo Cocco per Giarrusso e Giorgio Beni per Bindi e Mattiello) hanno in udienza sottolineato l'assoluta legittimità del sequestro degli elenchi e la fondatezza di quella indagine sui rapporti Mafia e Massoneria, rapporti considerati, anche dagli inquirenti, rilevanti anche alla luce della lunga latitanza di Matteo Messina Denaro. Il Gip, riservandosi, comunicherà la propria decisione, archiviazione o nuove indagini, nei prossimi giorni.
    Nei giorni scorsi una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Trapani - che segue lo scioglimento del Consiglio comunale disposto dal Ministero degli interni nel giugno scorso - ha visto l'arresto di 27 esponenti politici e massoni di Castelvetrano e dintorni.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Salone del Libro: evento off Asi, al Mauto l'editoria dei motori

Dal 9 al 12 maggio, piccoli editori che producono libri settore

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

L'Asi, Automotoclub Storico Italiano, parteciperà con il Museo Nazionale dell'Automobile di Torino al Salone del Libro in rappresentanza del vasto movimento culturale legato al motorismo storico. Dal 9 al 12 maggio, nella piazza del Mauto, sarà organizzato un evento del Salone-Off, dove troveranno spazio i piccoli editori che producono libri e magazine del settore, con una serie di incontri con gli autori e con i personaggi che hanno contribuito a fare la storia dell'auto.

Il Mauto sarà ospite presso lo stand Asi all'interno del Salone del Libro con la presentazione dei servizi didattici del Museo. Un'auto della Collezione Asi-Bertone sarà esposta nel Salone del Libro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pesce al Venerdì Santo ancora per poco, il Mediterraneo si sta svuotando

MedReAct, stop pesca eccessiva ok istituire zone di restrizione

Terra & Gusto Dal Mare
Chiudi Pesce al Venerdì Santo ancora per poco, il Mediterraneo si sta svuotando (fonte: Pixabay) (ANSA) Pesce al Venerdì Santo ancora per poco, il Mediterraneo si sta svuotando (fonte: Pixabay)

ROMA - Il Venerdì Santo gli italiani mangiano pesce ma potrà accadere ancora per poco. Secondo un recente rapporto della Commissione Europea, infatti, l'87% degli stock ittici mediterranei è a rischio, essendo sottoposto ad una pesca eccessiva che sta svuotando il mare. A ricordarlo è il MedReAct, organizzazione per il recupero della biodiversità marina nel Mediterraneo: Precisa anche che il 50% del pesce italiano proviene dall'Adriatico, un tratto di mare a forte sfruttamento ormai da decenni, aggravato da inquinamento e cambiamenti climatici.

Per contrastare lo svuotamento dei mari, la ricetta del MedReact sono le aree di restrizione alla pesca, dove i pesci possono riprodursi e crescere per ripopolarsi. Del resto dove questo è stato fatto sono gli stessi pescatori a confermare l'aumento delle catture al di fuori delle riserve. Un ottimo esempio è la Fossa di Pomo in centro Adriatico dove, da poco più di un anno, è stata istituita una Zona di restrizione alla pesca (Fishery Restricted Area), che ha portato ad un sensibile aumento delle catture di nasello nelle aree limitrofe.

"Considerato il risultato positivo di questa chiusura - dice Domitilla Senni di MedReAct e coordinatrice della campagna internazionale Adriatic Recovery Project - la politica italiana dovrebbe avere il coraggio di creare una Zona di restrizione anche nel canale di Otranto dove, oltre a importanti habitat per le specie ittiche si trovano anche coralli bianchi di profondità e colonie del rarissimo corallo bamboo". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Controllo pneumatici consente risparmio di 83 euro all'anno

Taglio di 120 kg di emissioni CO2 secondo studio Pederpneus

Motori Sotto la Lente
Chiudi Controllo pneumatici consente risparmio di 83 euro all'anno (ANSA) Controllo pneumatici consente risparmio di 83 euro all'anno

Il controllo della pressione dei pneumatici può far risparmiare mediamente ad ogni automobilista 83 euro all'anno e può far diminuire le emissioni di CO2 di 120 kg. Lo rivela uno studio di Federpneus, l'associazione nazionale dei rivenditori specialisti di pneumatici.

Nel dettaglio, se si calcola una percorrenza media annuale di circa 15.000 km, con un consumo medio di un litro per 12 km si arriva ad un consumo totale in un anno di 1.250 litri di benzina. Secondo un documento ufficiale della Commissione Europea, una pressione troppo bassa dei pneumatici provoca una maggiore resistenza al rotolamento che si traduce in un maggior consumo di carburante che può arrivare fino al 4%. In un anno, quindi, il maggior consumo di carburante per automobilista che circola con pneumatici sgonfi può arrivare a 50 litri. Al costo medio odierno della benzina un maggior consumo di 50 litri corrisponde ad una maggiore spesa di circa 83 euro. Ma non è tutto: dal momento che ogni litro di benzina consumato porta ad un'emissione di 2,4 kg di CO2, il maggior consumo di 50 litri di benzina si traduce anche in maggiori emissioni di 120 kg di CO2 in un anno. Sia la maggiore spesa che l'aumento delle emissioni di CO2 sono quindi evitabili grazie al controllo della pressione dei pneumatici.

Secondo la Commissione Europea, poi, circolare con pneumatici insufficientemente gonfiati può determinare riduzioni della durata dei pneumatici fino al 45%, il che comporta un ulteriore rilevante effetto economico per l'automobilista derivante dalla necessità di sostituire i pneumatici più frequentemente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Verso le nuove unità di misura, il kelvin

Ecco che cosa cambierà,lo spiega Daniele Madonna Ripa dell'Inrim

Scienza & Tecnica Fisica & Matematica
Chiudi Rappresentazione artistica del chip che utilizza dei laser per raggiungere temperature ultrafredde, installato dalla Nasa sulla Stazione Spaziale (fonte: NASA) (ANSA) Rappresentazione artistica del chip che utilizza dei laser per raggiungere temperature ultrafredde, installato dalla Nasa sulla Stazione Spaziale (fonte: NASA)

Nuovo approfondimento sul nuovo Sistema Internazionale delle unità di misura (Si) approvato il 16 novembre 2018 dalla 26/a Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure (Cgpm) e in arrivo a partire dal 20 maggio. Dopo l'introduzione generale di Maria Luisa Rastello, direttrice scientifica dell'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim) e unica italiana nel Comitato internazionale pesi e misure, e dopo il primo approfondimento sull'ampere, è la volta del kelvin l'unità di misura della temperatura.

"Il Kelvin dà la misura della grandezza fisica temperatura", definita come "l'energia di movimento medio degli atomi che costituiscono un corpo oppure un sistema", spiega Daniele Madonna Ripa, dell'Inrim. Nella sua conferenza online la spiegazione dei nuovi criteri che definiranno questa misura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sbarca a Roma la "Bomba salata" dello chef Niko Romito

Nel menu di "Pane e Caffè" la sfera di pasta lievitata

Terra & Gusto In breve
Chiudi Sbarca a Roma la 'Bomba salata' dello chef Niko Romito (fonte: Francesco Fioramonti) (ANSA) Sbarca a Roma la 'Bomba salata' dello chef Niko Romito (fonte: Francesco Fioramonti)

ROMA - Cambio di marcia a Roma per il Tre Stelle Michelin Niko Romito che amplia nella città la sua proposta enogastronomica con la "Bomba salata" a un anno circa dell'apertura di "Pane e Caffè" locale della zona Parioli della Capitale.

La novità culinaria "Bomba" (sfera di pasta lievitata, fritta e ripiena), già presente in versione dolce nel menu colazione di "Pane e Caffè", arriva ora anche in versione salata nel menu pranzo e cena, con sette diverse farciture e un omaggio a Roma con la Bomba "Sgombro, cipolla arrosto e puntarelle".

La rivisitazione culinaria, ha previsto - spiega una nota - un restyling della proposta offerta rendendo "Pane e Caffè" un format indipendente e sinergico al ristorante Spazio adiacente in modo da ampliare ulteriormente le possibilità di scelta per gli ospiti. L'impostazione gastronomica è quella di una contemporanea tavola calda e fredda all'italiana con una selezione della carta del ristorante Spazio.

La novità della sera è invece l'aperitivo a base di "Bomba" con una selezione di cocktail, vini, bollicine e birre. "Spazio ristorante" sarà operativo di sera per il momento della cena. "Il locale - commenta Niko Romito- è stato migliorato perché mi sono reso conto dei punti deboli. I lavori sono stati fatti per migliorare il comfort e per ridurre i rumori quando il locale era pieno.

Per "Pane e Caffè, avevamo troppo persone in lista quindi abbiamo unito le sale di colazione e pranzo con una piccola modifica architettonica inserendo nel menu la "Bomba", progetto che mi appartiene e che fino a questo momento era solo a Milano e Castel di Sangro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Celiachia, in Toscana addio al buono cartaceo. Ora basta un codice

Modalità telematica attiva dal 1/o giugno, per 17mila persone

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Celiachia, in Toscana addio al buono cartaceo. Ora basta un codice (ANSA) Celiachia, in Toscana addio al buono cartaceo. Ora basta un codice

Buono cartaceo per la celiachia sostituito da una nuova modalità telematica: è la novità introdotta dalla Regione Toscana con il 'Codice celiachia'. Dal primo giugno il buono sarà sostituito da un codice numerico che, abbinato alla tessera sanitaria, consentirà ai celiaci, quasi 17 mila persone in Toscana, di acquistare i prodotti alimentari specifici nei supermercati della grande distribuzione, nelle farmacie, parafarmacie e negli altri esercizi commerciali convenzionati, su tutto il territorio regionale.

Per utilizzare il budget mensile a cui hanno diritto i celiaci sarà sufficiente comunicare alla cassa che si intende usufruire del budget per il pagamento dei prodotti, inserire nell'apposito dispositivo la tessera sanitaria e digitare il proprio 'codice celiachia'. Già ora i pazienti possono andare alla Asl di riferimento per avere il proprio codice. "Un progetto - ha commentato l'assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi - che semplifica enormemente la vita dei pazienti affetti da morbo celiaco o dermatite erpetiforme, che finora dovevano utilizzare i buoni cartacei per avere gli alimenti specifici".

Per Saccardi è "una grandissima facilitazione che dà la possibilità di avere un budget mensile determinato che può essere speso e controllato ogni volta che si va a fare la spesa e con questo budget si potrà andare ad acquistare in ogni parte della Toscana senza più il limite della propria azienda sanitaria".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Filiera olio, l'Italia guidi il Consiglio Internazionale

Per puntare sulla qualità; governo faccia rispettare accordi

Terra & Gusto In breve
Chiudi . (ANSA) .

ROMA - L'olivicoltura mondiale ha bisogno di una guida incentrata sulla qualità del prodotto e sulla salute dei consumatori, valori che l'Italia è in grado di rappresentare attraverso la nomina di un proprio rappresentante quale nuovo direttore esecutivo del Coi, il Consiglio Oleicolo Internazionale, come da accordi pregressi. E' il messaggio lanciato da tutta la filiera olivicola italiana in due lettere inviate oggi ai ministri degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, e delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio.

Entro fine maggio, infatti, si deciderà il nuovo organigramma del consesso internazionale dell'olio d'oliva. "Chiediamo al governo quali siano gli impegni assunti per far rispettare gli accordi pregressi per tutelare gli interessi del nostro Paese", dichiarano i responsabili delle organizzazioni, affinché il prossimo direttore Esecutivo del Coi sia una personalità italiana. "Con senso di responsabilità - aggiungono - siamo pronti a fare la nostra parte convinti che il nostro Paese sia assolutamente in grado di individuare una figura di alto profilo capace di garantire a tutti i Paesi produttori onestà, trasparenza e una politica incentrata sulla tutela della qualità dell'olio extravergine d'oliva".

Le organizzazioni hanno inoltre concordato una linea comune a tutela della qualità in vista anche dei prossimi appuntamenti internazionali, a partire dalla riunione del comitato consultivo del Coi in programma dal 23 aprile in Egitto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Kia, con HabaNiro a New York porta strategia mobilità futuro

Veicoli completamente elettrici e adatti a ogni esigenza

Motori Prove e Novità
Chiudi Kia, con HabaNiro a New York porta strategia mobilità futuro (ANSA) Kia, con HabaNiro a New York porta strategia mobilità futuro

Più che una novità di prodotto, rappresenta l'innovativa concezione di mobilità del futuro secondo Kia. Il costruttore sudcoreano, in occasione della vetrina del salone di New York, ha parlato della sua strategia rivolta all'elettrificazione della gamma. Si parte dal nuova HabaNiro che già dal nome si scopre di essere un modello piuttosto 'pepato' nella concezione, nello sviluppo e soprattutto nella realizzazione finale. Si tratta di una concept completamente elettrica, a quattro ruote motrici, a quattro posti, con autonomia di oltre 483 km ed una guida autonoma di livello cinque (per intenderci quella senza conducente), porte a farfalla e tecnologia decisamente avanzata. Non stiamo parlando però di una supercar fantasiosa che probabilmente non sarà mai costruita, ma si tratta di un disegno che anticipa il futuro della mobilità con auto che riusciranno ad integrare perfettamente design, capacità, utilità e creatività. Ovvero una vera e propria categoria 'nuova' di veicoli che Kia definisce 'ECEV', 'everything Car EV'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Clima: studenti piantano 218 alberi

Iniziativa ScuolaZoo. 86% giovani preoccupati per l'ambiente

Legalità & Scuola Dalle scuole
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 19 APR - La community online di studenti ScuolaZoo, in collaborazione con Treedom, piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online, ha voluto simbolicamente piantare in occasione della Giornata della Terra una 'Foresta ScuolaZoo': 218 alberi distribuiti fra Camerun e Madagascar che tutti i membri della Community possono seguire e monitorare attraverso i loro smartphone. Simbolicamente uno per ogni rappresentante d'Istituto ScuolaZoo d'Italia.
    "La crisi ambientale che sta attraversando il nostro pianeta è un tema al quale la Generazione Z è fortemente sensibile. È attivista, cosciente, pronta e determinata ad agire quotidianamente per fare tutto quello che è in suo potere per migliorare la situazione ambientale nella quale verte il nostro pianeta. Per questo la Foresta ScuolaZoo è stata accolta con grande entusiasmo dalla Community che ha contribuito da subito aggiungendo ulteriori alberi alla Foresta ScuolaZoo o condividendo e seguendo l'attività attraverso i social: tutti con un unico scopo contribuire alla salvaguardia della terra", spiegano gli organizzatori dell'iniziativa. L'86% degli studenti italiani ha raccontato a ScuolaZoo di essere fortemente preoccupato dai cambiamenti climatici: non è un caso che alla manifestazione capitanata da Greta Thunberg dello scorso 15 marzo in Italia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo