Borse Europa pesanti, Milano -1,6%

Male banche e auto, scivola petrolio. Giù Fca e Unicredit

(ANSA) - MILANO, 1 APR - Le Borse europee recuperano un po' di terreno rispetto ai minimi segnati nella prima parte della seduta pur continuando a vivere una mattina difficile in scia ai timori per l'avanzata del coronavirus, rilanciati dal presidente Usa Donald Trump, e ai suoi impatti sull'economia e sui risultati delle imprese.
    Londra cede il 3,9%, Parigi il 3,8% e Francoforte il 3,1% mentre Milano, che si conferma la migliore, riduce il calo all'1,6%. A Piazza Affari guidano i ribassi Amplifon (-3,3%), Azimut (-3,2%) Cnh (-3%), Unicredit (-3%) e Azimut (-2,9%) mentre corre Atlantia (+5%) e tengono Tim (+0,6%) e Unipol (+0,4%). Gira in calo Pirelli (-1,1%) nonostante i nuovi ingressi nell'azionariato.
    In Europa soffrono le banche (indice Stoxx -4,6%), che stanno cancellando i dividendi su impulso degli istituti centrali, auto e materie prime (-4%). Lo spread Btp-Bund sale a 208 punti mentre il petrolio accentua le perdite con il Wti in calo dell'1,6% a 20,16 dollari e il Brent del 6% a 24,47.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie