Unicredit: verso stretta su esuberi

Anche 2.600 assunzioni, 5.200 tagli invece di 6 mila

(ANSA) - MILANO, 1 APR - Verso la stretta finale nella trattativa sugli esuberi tra Unicredit e i sindacati.
    L'obiettivo, viene riferito, è chiudere entro domani ma non sono escluse accelerazioni. Secondo quanto si apprende le uscite sarebbero 5.200, ossia 800 in meno rispetto a quelle proposte per l'Italia con l'avvio della procedura che erano 6mila a fronte di 8000 a livello di gruppo. Previste 2.600 assunzioni, una parte consistente delle quale sarebbe destinata ad implementare ulteriormente la digitalizzazione. Si va, dunque, verso una assunzione ogni due uscite, come richiesto dai sindacati mentre dovrebbe essere confermata la chiusura di circa 450 sportelli.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie