Responsabilità editoriale Xinhua.

Esperti, 'la Cina è la chiave della ripresa globale'

Filippini (Bocconi): "Maggiore integrazione Pechino essenziale"

(ANSA-XINHUA) - ROMA, 17 SET - L'apertura della Cina verso il mondo e il suo ruolo come membro eminente della comunità economica globale, secondo gli esperti, sono la chiave per la ripresa economica a livello mondiale.
    Il premier cinese Li Keqiang, rivolgendosi a oltre 500 leader d'impresa al World Economic Forum lo scorso 15 settembre, ha detto che la Cina è pronta a raggiungere i suoi principali obiettivi annuali e registra una crescita positiva del PIL nel 2020, nonostante la pandemia di Covid-19.
    Sottolineando che l'economia cinese è profondamente integrata con l'economia globale, Li ha dichiarato che la Cina non può svilupparsi in modo isolato e che il mondo ha bisogno della Cina per ulteriore sviluppo.
    Carlo Filippini, professore emerito di Economia all'Università Bocconi di Milano, ha dichiarato che la maggiore integrazione della Cina con l'economia globale sarà una parte essenziale della ripresa economica a livello mondiale.
    "La forza relativa dell'economia cinese è importante - ha detto Filippini a Xinhua - perché la Cina è un importante Paese esportatore e importatore".
    Filippini ha detto che non crede che i problemi associati con la pandemia del nuovo coronavirus rallenteranno il processo di integrazione.
    Javier Noriega, economista capo per la banca d'investimento Hildebrandt e Ferrar, ha detto che le osservazioni di Li al forum denotano il ruolo della Cina nella comunità economica mondiale.
    "Se ci sono tre principali poli economici nel mondo, la Cina è quello economicamente più dinamico tra questi", secondo Noriega, riferendosi a Stati Uniti e all'Unione europea come i due altri poli economici.
    La forza economica della Cina e la direzione che prenderà il Paese giocheranno un importante ruolo perché le economie globali cercano di superare l'attuale crisi, ha detto Noriega, aggiungendo che il rilancio del commercio mondiale e il rafforzamento delle filiere produttive globali saranno una parte "essenziale" della ripresa economica mondiale.
    Gli impatti della pandemia sono stati così ampi, ha spiegato l'esperto, perché i Paesi sono molto interconnessi, quindi rafforzare queste connessioni è la chiave per la ripresa dalla situazione attuale. (ANSA-XINHUA).
   

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie