Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

In Cina il tasso di disoccupazione urbana in leggero calo

Nbs, nel 2021 al 5,1%, con 0,5 punti percentuali in meno

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 17 GEN - Il mercato del lavoro cinese è rimasto generalmente stabile nel 2021, con un tasso di disoccupazione urbana rilevato al 5,1%, 0,5 punti percentuali in meno rispetto all'anno precedente, secondo i dati del National Bureau of Statistics (Nbs).
    Un totale di 12,69 milioni di nuovi posti di lavoro urbani è stato creato durante l'anno, un aumento di 830.000 posti rispetto al 2020, ha dichiarato Ning Jizhe, capo del Nbs.
    I nuovi posti di lavoro urbani dello scorso anno hanno superato l'obiettivo annuale, e il tasso di disoccupazione urbana rilevato è stato inferiore all'obiettivo del 5,5% circa.
    Nuove forme di occupazione hanno stimolato la creazione di posti di lavoro, e anche un maggiore collocamento in alcuni settori come il commercio all'ingrosso e al dettaglio ha contribuito alla stabilità complessiva dell'occupazione, secondo Ning.
    A dicembre, il tasso di disoccupazione urbana della Cina è stato del 5,1%, 0,1 punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
    In particolare, il tasso di disoccupazione rilevato tra le persone di età compresa tra i 16 e i 24 anni è arrivato al 14,3%, mentre il tasso di coloro con un'età compresa tra i 25 e i 59 anni, che rappresentano la maggior parte del mercato del lavoro, si è attestato al 4,4%, secondo i dati. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie