Israele: rilasciato detenuto palestinese Maher al-Akhras

Dopo uno sciopero della fame di 103 giorni

(ANSA) - TEL AVIV, 26 NOV - Israele ha rilasciato Maher al-Akhras, un detenuto palestinese che per protesta contro il suo arresto amministrativo ha condotto uno dello sciopero della fame per 103 giorni. Lo ha fatto sapere la 'Società palestinese dei prigionieri' (Pps) citata dall'agenzia Wafa.
    Akhras è stato trasportato in ambulanza dall'ospedale Kaplan di Tel Aviv - dove era ricoverato per le sue condizioni - ad un ospedale in Cisgiordania per essere sottoposto a controlli sulla sua salute prima di poter rientrare a casa a Silat al-Dahr, vicino a Jenin.
    Akhras (49 anni) aveva cominciato lo sciopero della fame lo scorso 27 luglio per terminarlo il 6 novembre scorso dopo "un accordo" con le autorità israeliane per la sua liberazione. Fu arrestato da Israele con il sospetto di essere un membro della Jihad islamica, considerata organizzazione terrorista dallo Stato ebraico e dalla Ue.
    La detenzione amministrativa è uno strumento giuridico - usato da Israele e da altri Paesi per combattere il terrorismo e controllare l'emigrazione illegale - che consente l'arresto e la prigionia senza manifestazione di accuse né giudizio per periodi fino a 6 mesi rinnovabili ed è contestato con forza dalle organizzazioni a difesa dei diritti umani. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie