ANSAcom

Cdp, protocollo con Anci per supporto ai Comuni

Palermo, recuperata dimensione territoriale

Arezzo ANSAcom

Un protocollo per migliorare l'impatto qualitativo e quantitativo degli investimenti pubblici a livello territoriale. E' stato siglato ad Arezzo, nel corso dell'assemblea annuale di Anci, un accordo tra Cassa depositi e prestiti, Anci e Istituto per la finanza e l'economia locale. Secondo quanto prevede il patto, Cassa depositi e prestiti supporterà 'le amministrazioni locali nell'utilizzo degli strumenti di finanziamento e nello sviluppo di nuovi prodotti'. Tra i punti previsti dal protocollo "la promozione presso il sistema delle autonomie dell'adozione e il riuso di modelli, metodologie e strumenti efficacemente sperimentati".

"Vogliamo rendere il protocollo molto operativo - ha detto Fabrizio Palermo, amministratore delegato Cdp - partendo da progetti realizzati dai Comuni in giro per l'Italia, individuarne i migliori, proporre a tutti i Comuni progetti già realizzati e affiancare proposte finanziarie adeguate".

Con il nuovo piano industriale 2019 - 2021 Cassa depositi e prestiti ha recuperato il rapporto con il territorio finalizzato a essere non solo partner finanziario ma anche partner operativo delle comunità locali con la logica di supportarle nel progetto di sviluppo delle infrastrutture e nell'adeguamento dell'esistente.

"Abbiamo voluto recuperare una dimensione territoriale - ha aggiunto Palermo -, eravamo presenti solo a Roma, oggi abbiamo deciso di essere presenti in tutta Italia". A questo proposito Cassa depositi e prestiti ha creato anche un gruppo di lavoro che può supportare la progettazione, la gestione e la realizzazione delle opere. "Cassa depositi e prestiti - ha detto ancora Palermo - è un patrimonio di tutti che può mettere a sistema due fattori fondamentali: dimensione finanziaria e operatività sul territorio". Il piano industriale 2019-2021, ha proseguito, "rappresenta un cambio di passo, una nuova spinta che vuole fare leva su innovazione, inclusione e sostenibilità con un approccio del tutto nuovo, basato su un rapporto più solido con il territorio, sulla volontà di 'fare rete' e sulle competenze finanziarie e industriali che rendono cassa depositi e prestiti un'istituzione unica nel contesto nazionale". Palermo ha poi rivolto un invito ai sindaci, sui 'piani città: "Oggi siamo in grado di supportare i Comuni nella realizzazione di opere, intercettare novità e realizzarle insieme ai sindaci".

In collaborazione con:
Cassa Depositi e Prestiti

Archiviato in