Mondiali: Egitto, problema è il Ramadan

Medico 'finisce stasera,domani giochiamo. Difficile riadattarsi'

(ANSA) - ROMA, 14 GIU - "Domani si gioca, ma la nostra grande sfida è il Ramadan, principalmente per il fatto che sia durato durante tutto il periodo di preparazione a questo Mondiale. La verità è che, fino al calar del sole, ci siamo sottoposti a molti giorni di digiuno e ora avremo tre partite a scadenza ravvicinata appena dopo la fine del Ramadan". A parlare così, alla vigilia della sfida contro l'Uruguay e in coincidenza della fine del Ramadan, che è questa sera, è il medico della Nazionale egiziana Mohamed Abouelela, preoccupato per l'esordio dei Faraoni nel Mondiale: "Domani giocheremo e i calciatori non faranno in tempi a riadattarsi al ciclo normale. il discorso riguarda anche il sonno, visto che siamo anche passati per due orari diversi. Per noi sarà molto difficile, ma cercheremo di dare il meglio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA