Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Moto
  4. Moto: Bagnaia re del Mugello, anche Aprilia sul podio

Moto: Bagnaia re del Mugello, anche Aprilia sul podio

Ottimo secondo Quartararo, il Mondiale è sempre più aperto

Una rimonta da applausi per riprendersi il Mugello e tornare in lotta per il Mondiale della MotoGp 2022. Francesco Bagnaia, detto Pecco, ha vinto il Gran Premio d'Italia nella classe regina della due ruote facendo impazzire di gioia i tifosi accorsi sul circuito toscano, ormai 'orfani' di Valentino Rossi. Gara perfetta quella del pilota torinese grazie anche ad una ritrovata Ducati ufficiale che non ha lasciato scampo al campione del mondo Fabio Quartararo, secondo, e ad Aleix Espargaró favoloso terzo con una Aprila sempre più bella. Il francese resta così in testa al Mondiale con un vantaggio di 8 punti sul pilota spagnolo della casa di Noale. Grande delusione per Enea Bastianini caduto a 10 giri dal termine, quando era sesto: adesso l'italiano del Team Gresini è terzo nella classifica iridata lontano 28 punti dal campione del mondo della Yamaha. 'Pecco' sale dalla settima alla quarta posizione nella classifica piloti, con un distacco di 41 punti da Quartararo.

Ai piedi del podio poi ci sono altre tre Ducati: quella di Johann Zarco (Pramac), di Marco Bezzecchi, autore di una gara solida e nelle prime fasi condotta al comando e sesto il suo compagno nel team VR46 Luca Marini, sesto alla fine dopo una corsa all'insegna di sorpassi dati e ricevuti. Un successo quello di Bagnaia, arrivato nel giorno della sfilata leggendaria di Max Biaggi al Mugello e dopo il ritiro del mitico numero 46 del Dottor Rossi, festeggiata dai tifosi con la solita nuvola gialla di fumogeni dei trionfi del nove volte iridato. Il tutto a dimostrare la voglia dei supporter dell'Italmoto di non voler dimenticare la loro icona, ma anche l'esigenza di riconoscersi in un nuovo pilota simbolo per il futuro.

E la rimonta spettacolo del torinese della Ducati fa ben sperare: "E' stato incredibile - ha detto Bagnaia dalla festa del podio - Ringrazio tutti per il lavoro svolto. Siamo stati forti anche la settimana scorsa, ma poi abbiamo avuto un po' di sfortuna. Sono felicissimo di aver vinto a casa davanti a nostri tifosi, è una sensazione bellissima". Insieme a 'Pecco' sorride anche Quartararo che nonostante i cavalli mancanti alla sua Yamaha è riuscito a firmare un ottimo secondo posto rafforzando la sua posizione al comando del Mondiale: "La migliore gara della mia carriera. Ho fatto un'ottima partenza, poi sono stato superato, poi perdevo il posteriore, avevo le Ducati davanti, ma alla fine ce l'ho fatta. Mi sono detto 'Non ho nulla da perdere'. Abbiamo fatto qualche modifica, le scelte si sono rivelate giuste, sono felicissimo di aver girato al meglio. In Francia è la festa della mamma, le faccio gli auguri". E continua a sorprendere l'Aprilia con il suo Espargarò ancora sul podio e in piena lotta per il sogno iridato: "Il Mugello è il Mugello - esulta lo spagnolo - è la gara di casa, sono davvero contento. Peccato per le qualifiche di ieri. Oggi sono riuscito a superare le Ducati, non ho vinto ma il passo non era molto più lento di Bagnaia e Quartararo. Devo essere più aggressivo nei sorpassi. Sono molto contento del podio, anche se volevo di più".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo