Cultura: al via progetto comunità per lettura 0-6

La soddisfazione dell'assessore Agabiti

(ANSA) - PERUGIA, 21 GEN - Ha preso avvio il progetto Comunità per la lettura 0-6 vincitore del bando "Leggimi 0-6" del Centro per il libro e la lettura (Cepell), con la prima riunione online organizzata dalla Regione Umbria. Oltre 60 i partecipanti interessati al progetto dedicato alla promozione della lettura nella prima infanzia.
    La Regione ha sottolineato che attraverso Comunità per la lettura 0-6, si rinnova la proficua collaborazione tra l'Associazione Culturale Pediatri Umbria, responsabile del progetto, e la Regione suo partner principale con l'intento di realizzare nelle nove Zone sociali della provincia di Perugia, altrettante "Comunità per la lettura 0-6" che si impegnino a favorire la buona pratica della lettura ad alta voce in famiglia attraverso la costituzione di una forte alleanza tra il mondo sanitario, culturale, sociale, educativo e le famiglie stesse.
    "Punti di forza" del progetto finanziato dal Cepell, in continuità con il progetto regionale umbro Salute infanzia 2.0, saranno la collaborazione tra i pediatri e i genitori sulla "lettura" sugellata attraverso il dono di un libro ai bambini all'anno di vita da parte del pediatra e il lavoro in rete di istituzioni, associazioni di volontariato e differenti figure professionali (pediatri, bibliotecari, educatori, ostetriche, volontari Nati per Leggere, librai, editori e altri operatori del settore culturale, sociale , sanitario), che insieme daranno vita al patto delle Comunità per la lettura 0-6.
    Il progetto, tra le varie attività, prevede quattro momenti formativi per gli operatori di cui uno dedicato alla conoscenza e utilizzo dei libri inclusivi per i bambini con bisogni educativi speciali.
    Ad aprire i lavori la Dirigente del Servizio Valorizzazione risorse culturali, Musei, archivi e biblioteche Antonella Pinna insieme alla coordinatrice delle campagne nazionali di promozione della lettura del Centro per il libro e la lettura Amalia Maria Amendola, che ha portato i saluti del Direttore del Centro Piero Cappello.
    L'assessore regionale alla Cultura Paola Agabiti ha espresso l'apprezzamento per la nuova iniziativa. "Dopo il conseguimento del premio nazionale Nati per leggere, Regione Umbria e Acp Umbria - ha sostenuto - tornano ad operare insieme con l'obiettivo comune di dare a tutti i bambini, a partire dai primi mesi di vita, l'opportunità di una buona crescita cognitiva, relazionale, emozionale e sociale e di esprimere tutte le loro potenzialità, indipendentemente dal livello di alfabetizzazione dei genitori. Nel ringraziare l'Acp Umbria, nella persona della presidente Carla Berardi, per il rinnovato impegno in un percorso condiviso, confermo l'intento dell'amministrazione regionale a portare alla firma dei patti della lettura tutti i territori umbri, non solo quelli previsti dal progetto, entro l'anno". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie