Speranza in visita a presidente Umbria Tesei

"Lavoro umbro prezioso sulle varianti" sottolinea il ministro

(ANSA) - PERUGIA, 16 FEB - Il ministro della Salute Roberto Speranza ha incontrato a Palazzo Donini la presidente della Regione Donatella Tesei ed il rettore dell'Università di Perugia Maurizio Oliviero.
    Dopo il saluto con il prefetto di Perugia Armando Gradone, è stato occasione per parlare dell'emergenza pandemica, ma anche del futuro della sanità regionale.
    Tesei, tra l'altro, ha ribadito le richieste già avanzate al Governo riguardanti in maniera particolare l'invio di ulteriori 50 mila vaccini, oltre al numero già richiesto, e la possibilità di avere sia i ristori per le imprese che il sostegno, in aggiunta ai 3 milioni già stanziati dalla Regione stessa, per le famiglie residenti nel territorio umbro interessato dalle misure restrittive regionali, misure nate anche a seguito dell'interlocuzione dell'Ente umbro con lo stesso Ministro, l'Iss e il Cts nazionale. Richieste, nella misura delle possibilità nazionali, condivise dal ministro.
    "Dobbiamo monitorare con grande attenzione quanto sta accadendo in Umbria - ha detto Speranza -. Qui, dove si è riusciti ad individuare ed isolare le varianti, si è visto come queste hanno condizionato la curva del contagio prima che altrove. Il lavoro umbro è particolarmente prezioso. Capire quanto sta avvenendo è utile per valutare l'impatto delle necessarie misure assunte, che condivido. Sono qui proprio per testimoniare la vicinanza del Governo alla comunità regionale e la nostra massima disponibilità. Con la presidente siamo sempre stati in continuo contatto in questa lunga fase emergenziale nel pieno rispetto della leale collaborazione tra Istituzioni".
    Collaborazione confermata anche dalla Presidente Tesei. "Con il ministro - ha detto - ci siamo confrontati spesso e per questo lo ringrazio. Ho illustrato le misure che l'Umbria ha adottato, anche attraverso le ordinanze dei sindaci dei territori interessati, ancor prima della conferma della presenza di varianti. L'incontro è stata anche occasione per parlare del futuro della sanità pubblica regionale. Futuro che passa da un necessario lavoro di squadra tra il Governo, la Regione ed ovviamente dall'apporto fondamentale dell'Università".
    E della visione della sanità ha parlato il rettore.
    "L'incontro con il Ministro Speranza - ha detto Oliviero - ci ha dato una grande opportunità: quella di parlare di futuro, perché è esattamente in questa direzione che l'Ateneo vuole guardare, specialmente in questo periodo non certo facile e a soli due giorni dall'apertura delle celebrazioni per i 700 anni di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia. E futuro significa investimento nei giovani medici e specializzandi, significa terapia di tipo CAR-T in Umbria, significa telemedicina e medicina 4.0. Occorre, non solo in Umbria ma in generale, un cambio di paradigma che coinvolga ricerca e assistenza medica. Progetti innovativi, alcuni dei quali stiamo già realizzando. Ringrazio il ministro Speranza che ci ha ascoltati con grande apertura e lungimiranza e naturalmente la presidente Tesei, con cui la comunità accademica sta quotidianamente collaborando per la gestione delle tante difficili situazioni legate all'emergenza pandemica in corso." Ministro, la presidente Tesei e il rettore Oliviero hanno anche incontrato l'assessore alla Sanità Luca Coletto, il direttore generale Claudio Dario ed i direttori generali delle Aziende ospedaliere di Perugia e Terni e delle Asl 1 e 2, Marcello Giannico, Pasquale Chiarelli, Gilberto Gentili e Massimo De Fino, ed il Commissario per l'emergenza Covid Massimo d'Angelo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie