Jazz italian platform ringrazia il ministro Franceschini

Per avere accolto appello su criteri distribuzione del Fus

(ANSA) - PERUGIA, 21 DIC - L'associazione Jazz italian platform ringrazia il ministro Dario Franceschini "per avere accolto l'appello lanciato nei giorni scorsi tramite la petizione 'Il Jazz non è Pop'". "Ora il jazz non sarà più all'interno di un unico, improprio calderone assieme a musica popolare, contemporanea e d'autore, ma costituirà categoria a sé stante" commentano soddisfatti.
    L'appello per cambiare la bozza sui criteri di distribuzione del Fus (Fondo unico per lo spettacolo) - sottoscritto da tutto il mondo del jazz, da tanti grandi musicisti, ma anche da promoter, agenti, giornalisti, appassionati - era stato lanciato "immediatamente dopo aver visionato la bozza dei decreti Fus 2021, quindi sulle ultime informazioni reperibili" sottolineano da Jazz Italian Platform, l'associazione che riunisce alcune organizzazioni musicali di grande tradizione diffuse sul territorio nazionale, tra cui Umbria jazz.
    "La presenza di Jip nei tavoli di lavoro del settore - concludono dall'associazione - è oggettivamente imprescindibile, dal momento che rappresenta i più importanti festival jazz e le storiche strutture di professionisti che li organizzano, presenza senza la quale quei tavoli risulterebbero privi di piena rappresentatività. Il Jip insomma si rivela prezioso interlocutore del Mibac". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie