Il pugnale ad elsa gammata nella civiltà nuragica

Sassari - Convegno-Conferenza

C’è chi ritiene fosse un segno distintivo del potere o ‘il simbolo di appartenenza al corpo sociale’. Era un’arma polifunzionale, come le altre di epoca nuragica, ma al manufatto viene attribuito un forte significato simbolico in quanto  indicatore della raggiunta età adulta. Per far conoscere uno degli oggetti più caratterizzanti della Preistoria sarda, il Polo Museale della Sardegna, in collaborazione con la Soprintendenza ABAP delle province di Sassari e Nuoro, giovedì 30 novembre  2017, alle 17.00, nella Sala Conferenze del Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari, presenta una conferenza dal titolo “Il pugnale ad elsa gammata nella civiltà nuragica”.
Il pugnale viene cronologicamente ascritto alla Prima Età del Ferro, ma alcuni autori ritengono che la sua comparsa sia da inquadrare nel Bronzo Finale. Deve il suo nome alla tipica impugnatura a foggia di gamma, lettera dell’alfabeto greco, vista in posizione rovesciata. L’arma è di fattura tipicamente nuragica ed al momento non trova alcun riscontro nel mondo protostorico mediterraneo. Nel corso dell’incontro verranno proposte due nuove attestazioni iconografiche: il concio da Giorré-Florinas (SS) e la barchetta fittile da Teti (NU).
Introduce i lavori il Soprintendente ABAP per le province di Sassari e Nuoro, Francesco Di Gennaro. Interverranno, inoltre, l’Archeologa Nadia Canu e la Restauratrice Eliana Natini della stessa Soprintendenza. Seguirà un contributo dell’Archeologa Antonella Fois.
L’evento rientra nel calendario delle manifestazioni previste per Musei di Storie sul tema Ferro e Fuoco.



Via Roma, 64, Sassari

+39.079272203

antonio.luiu@beniculturali.it

Modifica consenso Cookie