Palazzo della Regione

Padova - Edificio storico

Il Palazzo della Ragione (detto anche Salone) era l'antica sede dei tribunali di Padova e oggi fa parte del Palazzo Comunale. Fu eretto a partire dal 1218 e sopraelevato nel 1306 da Giovanni degli Eremitani che gli diede la caratteristica copertura a forma di carena di nave rovesciata. Il piano superiore è occupato dalla più grande sala pensile del mondo, il "Salone" (81m x 27m), affrescato con un grandioso ciclo a soggetto astrologico completati attorno al 1440 e basato sugli studi di Pietro d'Abano, seguace di Averroè. La decorazione pittorica, opera di Niccolò Miretto e Stefano da Ferrara, si svolge nelle tre fasce superiori delle pareti. Nel salone è conservato un gigantesco cavallo ligneo, copia rinascimentale di quello del Monumento al Gattamelata di Donatello, e due sfingi egiziane portate nell'800 da Giovan Battista Belzoni. Il Salone divide le due grandi piazze delle Erbe e delle Frutta, sedi dei mercati, e lungo le sue gallerie parallele, trovano posto caratteristiche botteghe di generi alimentari. Il passaggio coperto tra le due piazze è detto Volto della Corda, per via della corda utilizzata nel Medioevo per punire i commercianti che imbrogliavano sulle misure.



Piazza delle Erbe, Padova