ANSAcom
ANSAcom

Adidas:Run for the Oceans per eliminare la plastica dai mari

Gli sportivi facendo attività fisica aiutano a pulire le spiagge

ANSAcom
Fare attività fisica e contribuire a eliminare la plastica dalle spiaggia per salvare gli Oceani è l’idea da cui nasce Run for the Oceans, l’evento organizzato da adidas in collaborazione con Parley e che coinvolge chiunque voglia correre o fare sport per una buona causa. Anche quest’anno, infatti, scaricando l’app adidas Runtastic e iscrivendosi all’evento, chiunque registra tramite l'app l'attività fisica che fa, per ogni 10 minuti di corsa contribuisce a eliminare l’equivalente di una bottiglia di plastica dalle spiagge.
In programma dal 23 maggio all’8 giugno, Run for the Oceans rientra ne progetto di adidas in collaborazione con Parley Ocean Plastic, con il materiale ricavato dai rifiuti raccolti sulle spiagge e nelle zone costiere utilizzato per produrre scarpe a impatto zero. Dal 2017, la Run for the Oceans di adidas e Parley ha riunito a livello mondiale più di 8,2 milioni di runner, che hanno percorso in totale oltre 81,7 milioni di chilometri.
E per lanciare l’evento, da oggi una balena è comparsa nei Navigli di Milano per ricordare ai cittadini quanto sia importante la sostenibilità e come ognuno di noi possa contribuire a un futuro rispettoso della natura e dei suoi ecosistemi. Attraverso l’installazione nella Darsena, patrocinata dal Comune di Milano, adidas vuole sensibilizzare e incoraggiare ognuno a togliere la plastica dagli oceani, grazie all’attività fisica e allo sport. Sempre in Darsena si potrà vivere un’esperienza immersiva all’interno dell’Ocean Box, correndo tra i fondali oceanici, circondati dalle balene.
“Il tempo non è dalla nostra parte nella corsa per eliminare i rifiuti plastici. Ecco perché dobbiamo premere ancor di più sull’acceleratore e agire nel modo più mirato possibile. Dal momento che si tratta di un problema che riguarda un intero settore, servono soluzioni altrettanto ampie, perché la sostenibilità è un lavoro di squadra. Chiamando all’appello la comunità degli sportivi possiamo ispirare un intervento concreto contro i rifiuti plastici, assicurando ai partecipanti un’esperienza in cui le loro azioni e la loro passione per il movimento possano realmente contribuire a ripulire gli oceani” le parole di Katja Schreiber, vicepresidente senior della divisione Sustainability di adidas.

In collaborazione con:
adidas

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie