Rinnovabili:Muroni,parte femminile Pnrr,ora pari opportunità

Semplificazioni occasione. Decarbonizzare e rivoluzione sociale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - Il decreto Semplificazioni "diventa un'occasione che non possiamo perdere. Anche per superare gli ostacoli non tecnologici alla transizione ecologica. Le rinnovabili sono la parte femminile del Piano nazionale di ripresa e resilienza, ed è per questo che bisogna ristabilire una parità di genere. Abbiamo un problema da risolvere: dare pari opportunità alle rinnovabili, altrimenti partiremo sempre con un carico di ostacoli". Così la vicepresidente della commissione Ambiente alla Camera, e capogruppo di Facciamo ECO, Rossella Muroni nel corso del convegno on-line dell'Anev, in occasione della Giornata mondiale del vento.
    "La mia sensazione è che abbiamo lasciato le imprese a dirimere questioni con i territori, cosa che a loro non compete - osserva - è evidente che c'è bisogno di un processo di partecipazione e di condivisione. Noi dobbiamo fare in modo di favorire questo processo, anche perché spesso ci sono ingegneri che si trovano a dover fare i mediatori culturali. La politica credo debba riscoprire il senso di responsabilità. Per questo l'obiettivo di tutti noi è di rendere il decreto Semplificazioni utile allo sviluppo delle rinnovabili".
    Inoltre, spiega Muroni, "dobbiamo essere coerenti nel rapporto con l'Europa. Le rinnovabili penso possano essere la chiave per la decarbonizzazione del sistema economico, soprattutto se associate a una rivoluzione sociale".
    "E' fondamentale - conclude Muroni - che mentre si parla di transizione ecologica ognuno si assuma la sua responsabilità; per questo avevo chiesto che nel Cite (Comitato interministeriale per la transizione ecologica) ci fosse il ministero dei Beni culturali. Vanno bene le infrastrutture decisionali ma poi c'è proprio bisogno di una scelta politica".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA