Banche: Fitch, green ratio primo passo per la eco-disclosure

Porteranno a rivalutare crediti e investimenti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 07 MAG - I coefficienti di attività "verdi" green asset ratio (Gar) proposti dall'Eba per le banche europee dalla fine del 2022 sono, secondo un rapporto di Fitch Ratings "un buon primo passo verso una rendicontazione ambientale confrontabile tra le banche su prestiti e investimenti ma ci saranno differenze nella loro utilità dovute ai limiti nei dati, alle esclusioni e ad un approccio sfalsato nell'implementazione".
    Secondo l'analisi di Fitch le banche europee saranno portate dai Gar a rivalutare i costi e i benefici di finanziare certe attività, in particolare quelle ad alte emissioni di gas serra" e potrebbero avere una svolta nei finanziamenti a favore delle attività più ecosostenibili e a discapito di quelle quelle che lo sono meno. Inoltre banche con valori più bassi nel Gar potrebbero essere "evitate dagli investitori e subire pressioni sui finanziamenti". In ogni caso Fitch si aspetta che "conseguenze sul rating potranno esserci solo nel lungo periodo".
    I Gar si concentrano su prestiti e titoli, e fanno riferimento alla tassonomia europea per le attività verdi, che non copre tutte gli obiettivi ambientali né tutti i settori.
    L'esposizione verso gli emittenti sovrani e gran parte del settore pubblico non sono inclusi e Fitch stima che i Gar copriranno al massimo il 75-80% delle esposizioni nei portafogli bancari, con circa il 30% soggetto a stime. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA