Legambiente assegna 18 nuove Bandiere Verdi sulle Alpi

A realtà che valorizzano il territorio. Nove le Bandiere Nere

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 LUG - Sempre più Bandiere Verdi sventolano sull'arco alpino. Cresce, anche nel 2021, il numero dei vessilli assegnato da Legambiente alle pratiche innovative e alle esperienze di qualità ambientale e culturale dei territori ad alta quota: sono ben 18 quest'anno, il doppio delle nove Bandiere Nere simbolicamente conferite, invece, alle pratiche dannose che provocano lacerazioni nel territorio montano.
    Le Bandiere Verdi 2021 sono così distribuite: cinque in Piemonte, due in Valle d'Aosta, una in Lombardia, tre in Alto Adige, due in Trentino, due in Veneto, tre in Friuli Venezia Giulia. Le situazioni premiate hanno per protagonisti "i più giovani e il loro ritorno alla terra d'origine, la strenua difesa di un patrimonio unico minacciato dalle azioni dell'uomo e/o dagli effetti dei cambiamenti climatici, l'attenzione alla biodiversità e alla vocazione dei territori, lo sviluppo di attività imprenditoriali inclusive e sostenibili".
    Esattamente la metà sono le Bandiere Nere distribuite da Legambiente - due in Piemonte, una in Lombardia, una in Alto Adige, una in Trentino, due in Veneto, due in Friuli. Secondo l'ong, segnalano "i sempreverdi tentativi di affermazione di modelli di turismo e sfruttamento del territorio ormai fuori dal tempo, del tutto incompatibili con gli obiettivi di sviluppo sostenibile essenziali per il futuro delle nostre Alpi".
    Le 18 buone pratiche premiate quest'anno da Legambiente si aggiungono a quelle degli anni precedenti, per un totale di 226 Bandiere Verdi. Una vera e propria rete che dal 2002 è andata a rafforzarsi lungo tutto l'arco alpino. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA