Tennis: Vienna sorride ancora a Sinner, Sonego eliminato

Jannik nei quarti incontrerà Ruud che ha sconfitto il torinese

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 OTT - Grazie al successo in due set sull'austriaco Dennis Novak, Jannik Sinner ha raggiunto Matteo Berrettini nei quarti del torneo Atp 500 di Vienna. E, soprattutto, ha rosicchiato altri punti preziosi al polacco Hubert Hurkacz che ancora gli sbarra la strada verso le Finals di Torino. Se domani l'altoatesino riuscirà a battere il norvegese Casper Ruud - che negli ottavi ha eliminato non senza fatica Lorenzo Sonego - il sorpasso nella classifica sarebbe realtà, almeno per questa settimana.
    Il giovedì azzurro nella capitale austriaca è terminato con un pareggio, ma anche Sonego avrebbe meritato di andare avanti per il piglio e la spregiudicatezza con cui ha affrontato il numero 8 del mondo. Ruud sarà un'altra consistente prova di maturità per Sinner che contro Novak, n.116 del ranking (in gara grazie ad una wild card), non ha mostrato i colpi straordinari sciorinati il giorno prima ai danni dello statunitense Reilly Opelka. Semplicemente perché non ne ha avuto bisogno, come testimonia il punteggio finale: 6-4, 6-2 in un'ora e 15 minuti.
    Tra i due non c'erano precedenti e Jannik ha stentato un po' nel primo set a prendere le misure all'avversario. Fino al quarto game quando, sotto 15/40, ha infilato quattro punti dei suoi spegnendo qualsiasi fantasia dell'austriaco e portando a casa il risultato.
    Nel secondo è partito subito con un break di vantaggio, confermato dopo aver cancellato una chance per il contro-break (2-0). Novak ha perso ancora la battuta. Quindi Sinner ha recuperato da 0-40 portandosi sul 4-0. Novak ha finalmente tenuto un turno di battuta, ma non ha potuto impedire all'azzurro di chiudere 6-2.
    Quasi tre ore ha invece dovuto sudare Ruud per piegare la resistenza di Sonego, finalista a Vienna lo scorso anno. Il match si è chiuso sul 7-5, 4-6, 6-4 ma con l'onore delle armi per il torinese, n.23 del ranking. Sono stati tre set equilibrati, con scambi avvincenti e grande ricerca delle righe da parte di entrambi. Alla fine hanno prevalso la maggior freddezza ed esperienza del 22enne di Oslo, che ha confermato di avere nel passante, sia dritto che rovescio, il suo colpo più pericoloso.
    L'avversario di Berrettini nei quarti sarà lo spagnolo Carlos Alcaraz: tra il romano (n.7 del ranking mondiale e terzo favorito del tabellone) ed il 18enne di El Palmar (Murcia) non ci sono precedenti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA