Tennis: Alcaraz baby fenomeno, Berrettini si arrende

A Vienna romano cede dopo quasi 3 ore contro il 'nuovo Nadal'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 OTT - ll cammino di Matteo Berrettini nel torneo Atp 500 di Vienna si interrompe nei quarti di finale. Il tennista romano, dato favorito dai bookmakers, ha dovuto alzare bandiera bianca contro l'astro nascente del tennis, lo spagnolo Carlos Alcaraz, già definito 'il nuovo Nadal', che sostituirà prossimamente in Coppa Davis. E' stata una sfida durata quasi tre ore di gioco, e molto bella e combattuta, anche se nel primo set quasi non c'è stata storia e infatti Alcaraz ha vinto per 6-1, dopo che al ventesimo minuto di gioco era già sul 5-0.
    Poi però Berrettini ha saputo reagire bene ma gli è mancato il colpo decisivo e dopo aver vinto per 7-6 la seconda 'frazione' si è dovuto arrendere, con lo stesso punteggio, nella terza, sopraffatto dal potenziale del giovanissimo (18 anni) rivale, già ricco di qualità anche atletiche e giocatore già completo anche se qualcuno lo ritiene ancora poco 'elegante'. Oggi ha vinto perché ha saputo togliere tempo a Berrettini impostando una partita d'attacco, "E' stata una delle mie partite migliori di sempre, direi straordinaria - ha detto lo spagnolo dopo il match -. Il mio coach Juan Carlos Ferrero mi aveva detto di giocare aggressivo e io volevo comandare lo scambio senza perdere la calma nei turni di risposta. E Matteo nel secondo set ha iniziato a servire molto meglio". Peccato che nel terzo sia tornato a imporsi, seppur al tie-break, il ragazzo di Murcia. La differenza l'ha fatta l'unico minibreak in cui Alcaraz è stato capace di sfruttare il varco lasciato da Berrettini e poi a difendersi quando non è riuscito a mettere la prima palla. Nel parziale lo spagnolo aveva sofferto, ma nel tie break è salito di livello facendo 100% con 4/4.
    Contro Berrettini, Alcaraz ha festeggiato la seconda vittoria in carriera su un Top 10, dopo la battaglia al quinto set su Stefanos Tsitsipas allo US Open.
    Ora tocca a Jannick Sinner che deve vedersela contro un avversario ostico come Casper Ruud, numero 8 del ranking. Sinner quest'anno di trofei ne ha conquistati quattro e la top ten la vede all'orizzonte, forse già domani se dovesse battere Ruud.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA