Legambiente, punti fortemente inquinati nel lago di Como

Risultati della campagna Goletta dei Laghi

Redazione ANSA LECCO
(ANSA) - LECCO, 06 LUG - Si conferma che nel lago di Como ci sono alcuni punti "fortemente inquinati", più precisamente in base alle rilevazioni della Goletta dei Laghi tre località su sei monitorate nella sponda Lecchese e due su quattro in quella comasca.

Secondo i campionamenti effettuati sulla sponda lecchese del Lario sono stati classificati come "fortemente inquinati", con una concentrazione di batteri oltre le 1.000 unità, le foci del torrente Valle dei Mulini a Bellano (Lecco), dell'Esino a Perledo (Lecco) e del Meria a Mandello (Lecco), sotto osservazione anche lo sbocco del canale Borgofrancone a Colico (Lecco) che presenta criticità, invece non si sono rilevate particolari criticità per quanto concerne il Gallavesa a Vercurago (Lecco), fortemente in secca, con il team di tecnici e volontari di "Goletta dei laghi" ha dovuto effettuare il prelievo del campione in un punto più vicino al lago, e la foce del Bione a Lecco. Nella sponda comasca, invece sono risultati particolarmente inquinati campioni presi alla foce del torrente Cosia e in quella del torrente Albano, che nei due anni precedenti erano invece rimasti entro i limiti di legge. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA