Design & Giardino

Perdersi nel labirinto di Borges a Venezia, tra le piante di bosso

Fondazione Cini organizza visite nel giardino aperto al pubblico per la prima volta

 © ANSA
  • Redazione ANSA
  • VENEZIA
  • 12 giugno 2021
  • 21:01

Il Labirinto Borges della Fondazione Giorgio Cini, a Venezia, ricostruzione del giardino-labirinto che l'architetto Randoll Coate progettò in onore del celebre scrittore argentino, formato da migliaia di piante di bosso e concepito come uno spazio fisico che permette di accedere al mondo fantastico dello scrittore argentino, apre per la prima volta al pubblico con visite accompagnate dalle musiche di Antonio Fresa, eseguite e registrate con l'Orchestra del Teatro La Fenice.
    In occasione del decennale della sua creazione, dei 35 anni dalla scomparsa di Borges e dei 70 anni della Fondazione Giorgio Cini, il Labirinto di Borges è accessibile, grazie al nuovo percorso di visita a cura della società D'Uva di Firenze. Una suite di oltre 15 minuti, appositamente composta da Antonio Fresa, dal titolo Walking The Labyrinth, accompagnerà nelle audio guide multilingue i visitatori lungo la passeggiata attraverso il Labirinto, amplificandone la bellezza.
    E' visitabile tutti i giorni, escluso il mercoledì. Le presenze si prenotano su visitcini.com, dove sono disponibili anche gli altri percorsi di visita della Fondazione Giorgio Cini e delle Vatican Chapels, esperienze che includono anche una sosta al San Giorgio Café. (ANSA).
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie