Auto, a marzo nessuna ripresa per attività di officina

Riparazioni, si mantengono bassi anche i livelli dei prezzi

Redazione ANSA ROMA

Ancora nessun segnale di ripresa per il settore dell'autoriparazione: quasi due terzi degli addetti ai lavori segnalano un basso livello di attività di officina, anche nel mese di marzo.
    In particolare, per il periodo considerato, ben due terzi degli autoriparatori (il 60%) dichiara che l'attività di officina si è mantenuta su livelli bassi, contro appena il 6% di chi segnala un alto livello di attività.
    Il saldo tra chi ha giudicato basso il livello di attività e chi lo ha dichiarato alto si attesta così a quota -54, un valore negativo che segue quelli fatti registrare a gennaio (saldo -23) e febbraio (-30) e che conferma la difficile condizione in cui versa il settore dell'autoriparzione a causa dell'emergenza Coronavirus.
    Secondo i dati relativi al barometro sul sentiment dell'assistenza auto, elaborato dall'Osservatorio Autopromotec, anche i livelli dei prezzi di officina si sono mantenuti prevalentemente normali (il 75% degli autoriparatori si esprime in tal senso). Tra gli altri, le indicazioni di prezzi bassi prevalgono su quelle di prezzi alti (23% contro 2%).
    Il quadro previsionale a 3-4 mesi che scaturisce dall'indagine di gennaio dell'Osservatorio Autopromotec non induce all'ottimismo. Per il volume di attività, la maggioranza degli interpellati (64%) ritiene che la domanda si manterrà stabile, ma vi è una netta prevalenza di chi aspetta un'ulteriore diminuzione dell'attività (23%) contro chi invece ipotizza un aumento (13%).
    Per i prezzi, appena il 4% degli operatori prevede un aumento a tre-quattro mesi, mentre per l'82% i prezzi si manterranno stabili e per il 14% vi potrebbe essere una diminuzione. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie