Col Maas anche le auto private potranno essere condivise

Torino prima città a sperimentarlo

Redazione ANSA TORINO

Torino, prima città a sperimentare il Maas, la mobilità a servizio del cittadino, fa un passo in più e intende inserire fra i mezzi alternativi all'auto da utilizzare con la nuova App anche le auto in leasing. A parlarne l'assessora comunale alla Mobilità Maria Lapietra che ha illustrato oggi ad Agorà di Rai3 il nuovo sistema e il bando, che scade il 2 agosto, per partecipare alla sperimentazione della nuova mobilità. "Del Maas - spiega - tantissimi ne parlano da anni a livello internazionale, soprattutto a livello scientifico, e noi siamo i primi a metterlo in pratica. Con la nuova App si potranno acquistare i servizi alternativi all'auto privata, monopattini, bus, taxi, car sharing, scooter. Ma non solo, vogliamo fare un passo in più - afferma -, quindi chi ha l'auto propria in leasing ma non la usa sempre potrà metterla nell'applicazione e altre persone potranno utilizzarla". Con il bando pubblicato dalla Città chi rottama un'auto in famiglia o non ha l'auto, ricorda ancora Lapietra "riceverà dei soldi per un anno per usufruire dei pacchetti mobilità da utilizzare all'interno del nucleo familiare. La sfida è grande". Sempre in tema di mobilità sono già 50 mila gli utenti, da giugno a oggi, della nuova App Mato Live Bus, sviluppata da 5T per facilitare gli spostamenti sui mezzi pubblici.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie