Sfida in moto sull'Adriatica durante lockdown, 2 denunciati

Indagine della Polizia stradale di Ravenna

Redazione ANSA RAVENNA

  Due 20enni di origine straniera, residenti nel Forlivese, sono stati denunciati dalla polizia Stradale di Ravenna - il primo per false informazioni e l'altro per resistenza e violenza a pubblico ufficiale - nell'ambito di un'indagine su una gara in moto della scorsa primavera sulla Statale 16 Adriatica nei pressi di Cervia, sul litorale ravennate, peraltro in periodo di restrizioni da Covid-19. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, i due durante una domenica di bel tempo, approfittando dello scarso traffico veicolare del periodo, in sella alle proprie potenti moto si erano sfidati a gareggiare a forte velocità compiendo anche pericolose evoluzioni e impennate. I poliziotti su un'auto civetta li avevano intercettati all'altezza di Cervia. Ma durante il successivo controllo, uno dei due motociclisti si era opposto fisicamente e, dopo avere strattonato gli agenti e riavviato la moto che aveva peraltro la targa occultata, era fuggito a forte velocità. L'altro aveva allora assicurato di non conoscerlo. Nel corso dell'attività investigativa, gli inquirenti hanno analizzato le registrazioni delle telecamere presenti lungo la strada e i dati generati dalle celle telefoniche della zona riuscendo così a identificare il fuggiasco. Oltre alle denunce, entrambi i motociclisti sono stati sanzionati per le numerose violazioni al codice della strada e per quelle alle restrizioni da covid-19. Da ultimo è inoltre emerso che il conducente scappato, non aveva la patente della categoria necessaria per la conduzione del suo motociclo: per questo è scattata per lui una ulteriore sanzione amministrativa da 1.021 euro.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie