Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi un podio solo elettrico

Vince team 1, seguito da 6 e 2 tutti su Q4 e-Tron e RS e-Tron GT

Redazione ANSA CORTINA D'AMPEZZO

Si è conclusa a Cortina la prima edizione dell'Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi, una manifestazione innovativa per l'Italia che ha permesso - in quando organizzato in conformità al Codice Sportivo Internazionale della FIA e sotto l'egida regolamentare dell'Automobile Club d'Italia - di portare a competere in una prova di regolarità su strada aperta e contrassegnata da prove speciali cronometrate di velocità su circuiti chiusi (in questo caso su ghiaccio) modelli 100% elettrici e 100% di serie.

Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi un podio solo elettrico

Protagoniste dell'evento, durato 24 ore senza interruzione e su una lunghezza totale di 5.400 km percorsi complessivamente dalle 6 vetture, le Audi Q4 50 e-Tron Quattro e Audi RS e-Tron GT, spinte esclusivamente da energia elettrica. Gareggiavano per la classifica finale 6 diversi team, a cui erano assegnate alternativamente le Q4 50 e-Tron Quattro e RS e-Tron GT, composti ciascuno da quattro rappresentanti dei media e da quattro piloti professionisti col compito di 'tutor' e di navigatori.

Dopo la tappa 8, che ha visto arrivare le auto all'hub di ricarica dell'Hotel Savoia a Cortina. che è stato il cuore nevralgico dell'Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi per due giorni, la vittoria finale è andata al team numero 1 (composto da Confalonieri-Pons; D'Angelo-Amaduzzi; Cerbai-Miele e Mauriello-Gulinelli) seguito dal numero 6 (Cornicchia-Munari; Bambini-Gilardi; Petroni-Dallavilla e Rizzoli-Munari) e dal numero 2 (Silvuni-Bettanin; Dall'Ava-Gallo; Marcoli-Molinaro e Mambretti-Francia) .
Significative anche le vittorie nelle speciali classifiche relative alla regolarità (Cavicchi), al rendimento energetico (Dellisanti) ed alla guida sui circuiti ghiacciati con l'Audi Q4 50 e-Tron Quattro (Cerbai) e Audi RS e-Tron GT (Mauriello).
Di spicco la presenza, con il 'divieto' di mettersi al volante delle auto, di grandi personaggi dell'automobilismo sportivo di oggi e di ieri, tra cui Fabrizia Pons, unica donna ad aver conquistato punti sia come pilota che come copilota in gare del Campionato del Mondo Rally. Ma anche Dario Cerrato, 5 volte Campione Italiano Rally, l'ex pilota di Formula 1 Giorgio Francia, il campione di Rally Piero Liatti, con 140 gare e 25 vittorie assolute all'attivo, il campione del mondo di kart Andrea Gilardi e molti altri.

Più che positivo il bilancio sportivo e tecnico, con la dimostrazione che la propulsione elettrica - seppure richiedendo tappe per rapide ricariche - è assolutamente praticabile anche in ambito agonistico, come dimostrano ormai da anni le Formula E e come la stessa Audi ha ribadito con il debutto al Rally Dakar di una prima auto dedicata alle lunghe gare su piste desertiche sfruttando in questo caso un motore benzina ottimizzato come range extender per i propulsori elettrici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie