Faurecia, controllo tedesca Hella dopo ritiro Knorr-Bremse

Con acquisizione è numero 7 nella classifica fornitori mondiali.

Redazione ANSA ROMA

Il colosso francese delle forniture auto Faurecia è l'acquirente della Hella di Lippstadt, antica azienda (nasce nel 1899) specializzata in fari, apparecchi elettrici e più recentemente in sistemi elettronici per l'automotive.
    Con questa operazione - che è stata realizzata dopo il ritiro dalla trattative della tedesca Knorr-Bremse - Faurecia sale al settimo posto nella classifica dei maggiori fornitori mondiali.
    Faurecia entra in possesso, per circa 4 miliardi di euro, di oltre il 60% delle azioni della famiglia Hueck, gli eredi dell'imprenditore che la rilevò nel 1923. Gli altri azionisti potranno sfruttare un'offerta pubblica di acquisto.
    Hella - che è quotata alla Borsa di Francoforte e quella di Lussemburgo - è valutata poco meno di 7 miliardi di euro.
    "L'identità di Hella, le divisioni e i dipendenti continueranno a svolgere un ruolo importante nella nuova società combinata", ha annunciato Faurecia. Lippstadt sarà la sede globale di tre delle sei aree di business: elettronica, illuminazione e lifecyle value management. Secondo Faurecia, la fusione sta alla base della sua ambizione di "accelerare la trasformazione strategica dell'azienda". "Questa fusione è un'opportunità unica per creare un leader globale nella tecnologia automobilistica - ha commentato il Ceo di Faurecia, Patrick Koller - Sono convinto che Faurecia e Hella siano una coppia eccellente. Condividiamo la stessa visione e abbiamo una comprensione comune dei valori e della cultura". Si prevedono sinergie di vendita da 300 a 400 milioni di euro entro il 2025. L'obiettivo di Faurecia è utilizzare i punti di forza e le risorse di Hella per crescere insieme con profitto. Faurecia, riporta il magzine Automobilwoche, svilupperà una gamma completa di veicoli elettrici basata sul portafoglio di gestione dell'energia di Hella, tecnologia dei sensori e attuatori per veicoli alimentati a batteria, nonché soluzioni di sistema e soluzioni di stoccaggio dell'idrogeno di Faurecia.
    I sistemi di gestione della batteria, i convertitori DCDC e i sistemi di ricarica a bordo di Hella, nonché i sistemi a batteria, lo stoccaggio dell'idrogeno e i sistemi stack sono esempi della gamma di prodotti combinati. Il gruppo avrà 18.500 ingegneri e specialisti, inclusi 3.000 ingegneri del software.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie