Auto: Anfia, -9,8% produzione settore a dicembre

Giorda, negativo stop go incentivi, piano non procrastinabile

Redazione ANSA TORINO

 "Le misure di incentivazione attivate nel corso del 2021 hanno contribuito, almeno in parte, alla ripresa del settore, ma i continui 'stop & go' dei vari provvedimenti di rifinanziamento sono risultati controproducenti, creando un effetto attesa nella domanda". Lo sottolinea Gianmarco Giorda, direttore dell'Anfia che ritiene "non più procrastinabile l'attivazione di un piano di accompagnamento della filiera produttiva automotive che la metta nelle condizioni di affrontare la sfida della decarbonizzazione della mobilità al 2030-2035"." "Il segno negativo del mese di dicembre, con l'indice della produzione automotive italiana a -9,8% - spiega Giorda - conferma il trend discendente dei quattro mesi precedenti. In particolare, per il sesto mese consecutivo, l'indice della fabbricazione di autoveicoli registra una contrazione a doppia cifra, -12,3%, e si conferma in flessione anche l'indice della produzione di parti e accessori per autoveicoli, -6,8%, così come la produzione di autovetture (-8,5%), sebbene il calo sia più contenuto rispetto al mese precedente. Guardando all'intero 2021, la produzione automotive nel suo complesso chiude l'anno in rialzo a doppia cifra (+11,8%) rispetto al 2020, pesantemente inficiato dalle conseguenze della pandemia, soprattutto nella prima parte dell'anno".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie