Ford Europa, stabilimento rumeno passa a Ford Otosan

Impianto assume ruolo chiave per futuro elettrico dell'Ovale Blu

Redazione ANSA MILANO

Prosegue il percorso verso un futuro 'elettrico' di Ford Europa, che da oggi trasferisce la proprietà del suo stabilimento rumeno alla Joint Venture Ford Otosan. L'obiettivo è quello di combinare la capacità produttiva dello stabilimento di Craiova con l'esperienza di Ford Otosan nella progettazione e nella produzione di veicoli commerciali.
    L'impianto assumerà così un ruolo chiave nei piani di crescita e di elettrificazione dei veicoli commerciali dell'Ovale Blu per l'Europa.
    "Ford sta sfruttando partnership strategiche per utilizzare al meglio le risorse - ha affermato Stuart Rowley, Chair di Ford Europa - condividendo gli investimenti e beneficiando di un più ampio pool di competenze, aumentando così la sua capacità produttiva di veicoli elettrici e commerciali in Europa". Ford Otosan ha anche annunciato che nei prossimi tre anni prevede di investire 490 milioni di euro nello stabilimento per aumentare la capacità produttiva.
    Proprio a Craiova sarà prodotto anche il Transit Courier di prossima generazione, che sarà lanciato nel 2023 sia nella versione furgone che combi e che è stato progettato e ingegnerizzato da Ford Otosan. La produzione delle versioni elettriche inizierà invece nel 2024.Nello stesso stabilimento Ford Otosan continuerà a produrre anche la Puma, della quale, dal 2024, sarà avviata la produzione della versione 100% elettrica.
    Con un investimento da 2 miliardi di dollari, Ford, che entro il 2026 prevede di vendere 600.000 veicoli elettrici all'anno in Europa, sta anche procedendo alla conversione delle sue attività a Colonia in Germania, dove, a partire dal 2023, inizierà la produzione di auto elettriche. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie