Luglio è l'unico mese del 2021 con 5 fasi lunari

Anche incontri con Marte, Venere, Saturno e Giove

Redazione ANSA ROMA

La Luna protagonista del cielo di luglio, unico mese del 2021 con 5 fasi lunari: "all'inizio e alla fine del mese si verificherà per due volte la fase di ultimo quarto", spiega l'Unione Astrofili Italiani (Uai). Il nostro satellite a luglio avrà, inoltre, diversi incontri con pianeti del Sistema Solare: poco prima di metà mese saluterà Marte e Venere, a braccetto tra loro. Poi a fine luglio incontrerà i giganti gassosi, Saturno e Giove.

Intanto, passato il Solstizio d'Estate, le giornate torneranno lentamente ad accorciarsi. "Dall'1 al 31 luglio - spiegano gli astrofili italiani - la durata del giorno diventerà più breve di circa 44 minuti". Nel mese di luglio, inoltre, la Terra si troverà alla massima distanza dal Sole, il cosiddetto afelio. Si verificherà, spiega l'Uai, "all'1 del mattino del 6 luglio, ora legale estiva, e il nostro Pianeta si troverà a una distanza di 152.100.376 chilometri dal Sole".

Durante il mese di luglio ci saranno anche diversi incontri celesti tra pianeti. Dopo il tramonto del Sole, la sera del 12 luglio, precisano gli astrofili italiani, "il cielo occidentale ci mostrerà una suggestiva concentrazione di astri, con protagonisti la falce di Luna crescente, la stella Regolo della costellazione del Leone e soprattutto una coppia di pianeti molto vicini tra loro, Venere e Marte". I due pianeti saranno protagonisti di una congiunzione, che li porterà molto vicini.

Sarà possibile osservare i due pianeti, precisano gli esperti dell'Uai, "il 13 luglio, nella costellazione del Leone, nelle prime ore della sera".

Giunti poi verso la fine del mese, il nostro satellite incontrerà i giganti gassosi. "La Luna piena dominerà il cielo del 24 luglio, nella costellazione del Capricorno", spiegano gli esperti dell'Uai. "Alla sera la vedremo sorgere, sull'orizzonte a Sud-Est, preceduta da Saturno. Il 25 luglio, invece, il nostro satellite raggiungerà la costellazione dell'Acquario, dove incontrerà Giove".

Infine, il cielo di luglio ci regalerà anche l'osservazione della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). "Dovremo attendere una dozzina di giorni - concludono gli astrofili italiani - ma torneremo a rivederla solcare il cielo in orario serale".


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA