Prosecco: Patuanelli, riusciremo a tutelare il nostro Made in Italy

Domani l'Italia consegnerà alla Commissione europea il dossier con l'opposizione al riconoscimento della menzione geografica tradizionale europea per il Prošek croato

Redazione ANSA ROMA

Riusciremo a tutelare il nostro Made in Italy, "ne sono sicuro". Così il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli ad Agorà su Rai3, rispondendo a una domanda sul dossier Prosek, secondo cui la Croazia ha chiesto all'Europa di usare la denominazione per quattro vini dalmati, entro il 21 novembre.

Il dossier con l'opposizione al riconoscimento della menzione geografica tradizionale europea per il Prošek croato, verrà trasmessa all'attenzione della Commissione europea domani.

Poi, ha detto "faremo una conferenza stampa con il Sottosegretario Centinaio spiegando la posizione italiana e le motivazioni tecniche per cui siamo certi che non debba essere autorizzata la menzione storica di Prosek. Non tanto perché è una produzione molto limitata a qualche migliaio di bottiglie - ha spiegato - Il tema è che si rischia di istituzionalizzare l'Italian sounding mettendo a rischio tutta la produzione delle Dop. Non vorrei che diventi un cavallo di Troia con cui si apre poi uno scenario pericoloso per la tutela di tutte le altre grandi denominazioni".

"Non produciamo mai solo bevande vino o cibo, noi produciamo cultura, tradizione, distintività, eccellenza. Questa è la forza del nostro paese", ha detto. "Ovviamente questa cosa fa gola agli altri e si cerca di combattere la capacità italiana di produrre questi beni che la nostra natura ci regala e la capacità dei nostri produttori rafforza", ha concluso. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie