Di Maio, promuovere cucina italiana nel mondo è una priorità

'L'agroalimentare vale il 12,6% Pil, nel 2021 export +10,3%'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA  - "La cucina italiana esprime cultura, ricerca e innovazione, formazione, identità dei territori e biodiversità. Promuoverla nel mondo è una priorità della diplomazia economica della Farnesina". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, alla presentazione della VI edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

"L'agroalimentare in Italia, secondo i dati del 2020 , vale 208 miliardi di euro, pari al 12,6% del Pil. Si tratta della prima filiera della nostra economia, al cui valore aggiunto contribuisce per oltre il 4%, circa 64 miliardi di euro. Impiega poco meno di un milione e mezzo di persone, ovvero il 6% del totale degli occupati", ha aggiunto il ministro. "Nei primi sette mesi del 2021, le esportazioni italiane in questo settore sono aumentate del 10,3% rispetto allo stesso periodo del 2020, sfiorando i 21 miliardi di euro. Il solo export vinicolo, cresciuto del 14,5%, vale quasi 4 miliardi di euro". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie