Covid: Patuanelli, non è salvare il Natale ma vite umane

Prossime mosse valutate nel principio della massima precauzione

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Io credo che più che salvare il Natale dobbiamo salvare vite delle persone ma certamente non possiamo permetterci di fermare l'economia in un momento in cui sta andando bene e crescendo. Ormai è evidente che non si tratta di un rimbalzo ma di una crescita che si sta diventando strutturale che va accompagnata". Lo ha detto il ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, a margine della seconda giornata del Forum della Coldiretti.

Per quanto riguarda possibili restrizioni per i non vaccinati, il ministro ha detto "non ne abbiamo parlato nel cdm , ma la prossima settimana penso che inizieremo a parlare anche della proroga dello stato di emergenza, oltre che a valutare una situazione che evolve quotidianamente che va affrontata come sempre con un principio massimo di precauzione, con norme adeguate e proporzionate al momento in cui l'epidemia si trova".

Per quanto riguarda la proposta dei governatori su più restrizioni per i non vaccinato Patuanelli ha ribadito "va valutato nel principio della massima precauzione. Ogni norma deve essere adeguata alla pandemia, non sono aprioristicamente nè a favore nè contro alcun tipo di provvedimento, va fatta una valutazione scientifica, medica con il cts; tutte le componenti dello Stato si devono mettere intorno ad un tavolo e decidere le norme che vanno fatte e nel momento in cui sono necessarie".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie