Pnrr: Lollobrigida, fatto in fretta e modifica non è tabù

Ci sono misure fatte per utilizzare i fondi ma non in maniera adeguata

Redazione ANSA PALERMO

"Il Pnrr era un piano fatto in fretta e furia per spendere e a volte non per farlo bene. In ogni ministero riscontriamo che ci sono misure fatte per utilizzare i fondi ma non in maniera adeguata. All'Ue chiediamo, con un confronto attento, di potere rimodulare le risorse e i tempi rispetto alle vere domande dei territori e delle imprese ed è quello che stiamo cercando di fare con qualche risultato positivo. Era un tabù demagogico modificare il Pnrr, ma solo per la sinistra". Lo ha detto il ministro dell'Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida parlando con i giornalisti a Catania a margine della Festa del Tricolore organizzata da Fratelli d'Italia.

Va ridiscusso, non butteremo soldi dalla finestra "Abbiamo avuto tanti fondi europei nel passato. In tanti anni ne abbiamo spesi pochi. Adesso si chiede di spenderne tanti in pochi anni. Dicevamo in campagna elettorale che il Pnrr va ridiscusso. Vanno prese cioè quelle misure che sono utili. Noi non spendiamo soldi buttandoli dalla finestra. I soldi che vengono spesi, specie se sono degli italiani, devono essere spesi per far crescere l'economia di questa nazione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie