Rubati decine migliaia steli di eucalipto da vivai Versilia

Redazione ANSA MASSAROSA (LUCCA)
(ANSA) - MASSAROSA (LUCCA), 14 OTT - Sos furti nella campagna di Massarosa (Lucca), in Versilia. L'ultimo campanello di allarme arriva dalle aziende floricole specializzate nella coltivazione di eucalipto. Nell'ultimo mese sono decine di migliaia gli steli di eucalipto che sono stati tagliati con grande accuratezza da ignoti e rubati. Lo denuncia Coldiretti Lucca che stima in oltre 10.000 euro il valore delle fronde rubate alle aziende agricole. L'eucalipto è una pianta sempreverde, versatile, utilizzata dai fiorai per le composizioni floreali e sempre di più nel settore della cosmetica e degli olii essenziali che ha trovato nell'area del Lago di Massaciuccoli un terreno molto favorevole. Episodi analoghi hanno interessato negli scorsi mesi anche la zona di Pescia (Pistoia) con furti di photinie, aceri, cipressini, ruscus.

"Non si tratta di semplici ladri ma di veri e propri raid organizzati fatti da specialisti - spiega Andrea Elmi, presidente di Coldiretti Lucca - Il florovivaismo è uno dei settori più colpiti da questi reati, i ladri che si concentrano su produzioni facili da estirpare dal terreno, o quelle in piccoli vasi, che non hanno completato il loro ciclo in vivaio, che possono essere rivendute facilmente e che hanno soprattutto mercato. Nel caso dell'eucalipto è un fenomeno che ha assunto una dimensione molto preoccupante perché non parliamo di casi isolati ma di episodi molto diffusi che hanno coinvolto almeno cinque aziende che sono state danneggiate per almeno una decina di migliaia di euro". Fiori e piante sono tra le produzioni più appetibili insieme a gasolio, motozappe, rame, trattori e persino balle di fieno per l'alimentazione del bestiame. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie