Le mostre del week end, da Steve McCurry a Guido Crepax

Al MAXXI la storia d'Italia attraverso 75 anni di immagini ANSA

di Marzia Apice ROMA

ROMA - In un'Italia ormai sempre più "bianca", si susseguono le inaugurazioni di mostre piccole e grandi: in questa settimana da non perdere il racconto del nostro Paese attraverso 75 anni di immagini ANSA e i focus su McCurry e Crepax.

ROMA - 200 fotografie in un percorso diviso in 13 sezioni tematiche e una cronologica per raccontare successi e crisi, gioie e dolori dell'Italia e della sua gente: celebra i 75 anni dell'ANSA "C'era una svolta", la grande mostra allestita al MAXXi dal 15 giugno al 4 luglio. Grazie alle immagini scattate dai fotografi dell'Agenzia, il pubblico vivrà un un viaggio tutto italiano, tra passato e presente. "Not Quite Nearly Fine" è il progetto espositivo, a cura di Giulio Squillacciotti, allestito alla Fondazione Baruchello dal 15 giugno al 28 luglio: attraverso i lavori di Anne Huijnen, Artun Alaska Arasli, Ben Weir, Daniel de Paula, Giulio Squillacciotti, Marie Claire Krell, Marwan Moujaes, NourMobarak e dello stesso Squillacciotti, la mostra (parte del progetto Summer show, nell'ambito dell'Estate romana) approfondisce il tema del linguaggio e racconta di possibili traduzioni, condizioni identitarie, tentativi e fallimenti di situazioni e relazioni interpersonali. Il senso di inquietudine e il desiderio di cambiamento sono al centro di "Isole", la videoinstallazione ambientale che dal 10 giugno all'8 agosto occupa gli spazi del Mausoleo di Romolo alla Villa di Massenzio. Ideata da Tommaso Strinati e Anna Budkova, la videoinstallazione è il frutto di circa duemila bozzetti disegnati e colorati a mano dalla Budkova e poi montati e animati con la tecnica dello stop-motion dal polistrumentista e videomaker Francesco Arcuri.

ROVERETO - Due nuove mostre completano l'offerta espositiva estiva del Mart: dal 19 giugno al 19 settembre è in programma "Steve McCurry. Terre alte", mostra che in 130 scatti racconta la simbiosi tra luoghi e genti di montagna, in un viaggio dall'Afghanistan al Tibet, dalla Mongolia al Giappone, dal Brasile alla Birmania e poi le Filippine, il Marocco, lo Yemen; "Camera picta", dal 19 giugno al 12 settembre, presenta invece le 9 installazioni site specific di Francesco Arena, Stefano Arienti, Benni Bosetto, Francesco De Grandi, Andrea Mastrovito, Fabrizio Perghem, Alessandro Piangiamore, Federico Pietrella ed Esther Stocker, ispirate alla tradizione antica della camera picta, un ambiente decorato a 360 gradi.

GARDONE RIVIERA (BS) - Al Vittoriale degli Italiani arriva il 20 giugno la prima tappa del progetto itinerante #DantePOP dell'artista Sandra Rigali, a cura di Alice Traforti, che costruisce un ponte pop-letterario tra Lombardia e Toscana nel nome del Sommo Poeta. In mostra fino al 12 settembre nella struttura del MAS circa 50 opere inedite, da grandi tele a piccole formelle, che tra luoghi reali e immaginari evocano alcuni temi danteschi, come il ruolo della donna e la lingua come specchio della società.

LUCCA - Fino all'11 luglio la Chiesa di San Cristoforo accoglie la mostra dello scultore altoatesino Aron Demetz, dal titolo "Art Beat". Il percorso, concepito per interagire con gli spazi in stile romanico della chiesa, ruota attorno a un'installazione multimediale di dimensioni monumentali (un altare in legno carbonizzato, "alimentato" da un video che riproduce un cuore pulsante che diffonde il relativo battito), integrata da altre sette sculture realizzate con diversi materiali e in varie dimensioni.

AOSTA - Sono oltre 100 le opere che compongono "Guido Crepax. I mille volti di Valentina", in programma dal 12 giugno al 17 ottobre al Centro Saint-Bénin, a cura di Alberto Fix in collaborazione con Archivio Crepax. In sette sezioni, la mostra presenta accanto alle tavole originali anche inediti documenti d'archivio, copertine di dischi, oggetti di design, abiti, paraventi, studi per la pubblicità, grandi giochi tridimensionali e molto altro, per ricostruire la poliedrica attività dell'artista.

PIETRASANTA - Al Complesso di Sant'Agostino dal 20 giugno al 12 settembre "Italian Newbrow", mostra a cura di Valerio Dehò e Ivan Quaroni: oltre sessanta lavori - opere su tela, carta e tavola e videoinstallazioni -, numerosi dei quali inediti, degli artisti Silvia Argiolas, Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Fulvia Mendini, Laurina Paperina, Giuliano Sale e Giuseppe Veneziano offrono al visitatore uno spaccato della pittura contemporanea, in cui convivono due anime, una pop l'altra formalista.

SAN LEO (RN) - Fino al 10 ottobre si può visitare alla Fortezza di San Leo "Arcana - Il leone del nuovo orizzonte", mostra personale di Andrea da Montefeltro: nel percorso, ricco di suggestioni spirituali, sono esposte le sculture realizzate in pietra dall'artista, in cui ogni forma ha un suo valore simbolico trascendentale.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie