Francesco Morosini, il valoroso condottiero al Museo Atestino

Tele e testimonianze raccontano difesa Venezia tra terra e mare

Redazione ANSA ESTE

(ANSA) - ESTE, 19 MAG - Un viaggio in secoli lontani, per scoprire le gesta di un valoroso condottiero: è la mostra "Francesco Morosini: la difesa di Venezia tra mare e terra a Creta e nel Peloponneso", allestita nella sala "delle Colonne" del Museo Nazionale Atestino di Este fino al 27 settembre.
    Inaugurata il 13 maggio, la mostra si articola in quattro sezioni ed è dedicata alla figura di Morosini, Capitano Generale da Mar per ben quattro volte, 108º doge della Repubblica di Venezia, grande stratega navale, comandante veneziano tra i più significativi nella storia della Repubblica e delle sue tradizioni marinare: nel percorso figurano nove tele originali e una riproduzione, parte del prezioso ciclo sulle campagne militari che la Serenissima ha condotto a Candia e in Morea (gli antichi nomi di Creta e del Peloponneso), più un ricco corollario di testimonianze tra armi, cimeli, documenti storici, manuali, mappe militari e autentiche rarità (tra cui le insegne di comando turche, un raro cannone ottomano, alcuni strumenti musicali della banda dei giannizzeri) provenienti dal Museo Correr di Venezia e da collezioni private. Il Museo Atestino è la prima istituzione fuori Venezia a ricevere dipinti e oggetti originali riguardanti la figura del Peloponnesiaco, l'appellativo onorifico con il quale viene ancora oggi ricordato Morosini. Per l'allestimento della mostra è stato studiato "un progetto architettonico ad hoc", ha detto la direttrice del Museo Atestino Federica Gonzato, "ci siamo basati su un concept espositivo coinvolgente e di esaustivo rigore storico, che ricrea le atmosfere morosiniane e suscita nel visitatore la suggestione della vita a bordo delle galee veneziane ". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie