Eurocamera, Polonia nega cooperazione su inchiesta Pegasus

Commissione Pe, 'Varsavia ha rifiutato l'invito all'udienza'

Redazione ANSA

STRASBURGO - "Condanniamo fermamente il fatto che il governo polacco abbia rifiutato di collaborare con la commissione d'inchiesta rifiutando l'invito all'udienza e rifiutandosi di incontrare la missione conoscitiva ". Così i coordinatori della commissione d'inchiesta del Eurocamera per indagare sull'uso di Pegasus e di altri spyware alla vigilia della loro missione in Polonia settimana prossima.

"Riteniamo che tali incontri darebbero al governo l'opportunità di rispondere alle segnalazioni sull'uso illegale della sorveglianza intrusiva contro persone ritenute oppositori politici", proseguono nella missiva il popolare spagnolo Juan Ignacio Zoido Álvarez, la socialista austriaca, Hannes Heide, l'eurodeputata polacca di Renew europeo Róża Thun und Hohenstein e la sua collega di partito olandese Sophie In't Veld, la belga dei Verdi Saskia Bricmont e Anne-Sophie Pelletier, eurodeputata della Sinistra. "Il Comitato continuerà a lavorare in modo diligente e trasparente per scoprire pratiche di spyware abusive nell'Unione europea, anche se il governo di uno Stato membro non rispetta il suo dovere di cooperare con una commissione d'inchiesta", concludono gli eurodeputati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie