S&D, affrettare nuova programmazione dei fondi europei

'Non si può perdere nemmeno un euro'

Redazione ANSA
BRUXELLES - La politica di coesione 2021-2027 dovrebbe essere attuata il prima possibile. È il messaggio contenuto nella risuluzione votata dal gruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo, "deplorando l'inerzia nell'implementazione" dei fondi europei finora. In una nota si legge che "il gruppo S&D sostiene strumenti fondamentali dell'Ue come il dispositivo per la ripresa e la resilienza e il meccanismo React-EU che affrontano le nuove sfide a cui l'Ue deve rispondere", mentre ritengono che la coesione sia "il principale motore pubblico per l'occupazione e gli investimenti, nonché il meccanismo di solidarietà tra tutte le regioni dell'Ue". Per questo, si dicono "particolarmente preoccupati perché non tutti gli Stati membri hanno ancora approvato i loro accordi di partenariato dalla Commissione europea", "un prerequisito assoluto affinché le regioni inizino a beneficiare dei fondi comunitari della politica di coesione".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie