Il sindaco Varsavia è il nuovo presidente di Enve del Comitato delle Regioni

Comitato Regioni Ue per Green deal a Milano per la prima volta

Redazione ANSA

MILANO, 06 OTT - Passaggio di testimone alla guida della Commissione Ambiente, Cambiamenti Climatici ed Energia (Enve) del Comitato europeo delle Regioni: è il sindaco di Varsavia, Rafał Kazimierz Trzaskowski, il nuovo presidente dell'organo consultivo dell'Unione europea, riunito per la prima volta a Milano oggi e domani. Trzaskowski prende il posto della vicesindaca di Budapest, Kata Tüttő, e presiederà anche il gruppo di lavoro Green Deal a livello locale. Al centro della plenaria, che raccoglie oltre 90 rappresentanti di città e regioni europee tra cui Helsinki, Madrid, la Baviera e i Paesi Baschi, c'è il confronto e lo scambio di politiche per l'implementazione delle attività per l'ambiente, sia su scala locale che internazionale. 

Nel suo discorso di insediamento, il neo presidente ha sottolineato che "non c'è tempo da perdere" e ha dettato la sua agenda: "Affrontare la povertà energetica, fornendo alle città e alle regioni fondi diretti e assistenza tecnica per migliorare l'efficienza energetica; ridurre le bollette energetiche; accelerare la diffusione delle energie rinnovabili". Per Trzaskowski "è l'unica strada da percorrere" e "senza il coinvolgimento dei cittadini e delle comunità locali sarà impossibile realizzare una transizione sostenibile e giusta per tutti".

In materia di crisi energetica, ha spiegato l'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Arianna Censi, "c'è la necessità di politiche europee che vadano nella direzione di una mitigazione delle difficoltà". L'obiettivo, ha sottolineato, è "dire che i rappresentanti locali hanno uno spazio in cui intervenire e sul quale poter fare affidamento". Per la vicesindaca milanese Anna Scavuzzo, "c'è bisogno di avere politiche pragmatiche: abbiamo avuto in questi anni tantissime parole, oggi l'urgenza ha dato un'accelerata importante all'attività che deve essere portata avanti". Scavuzzo ha ribadito che  "c'è bisogno di uno scambio di buone pratiche per capire come un modello più europeo possa essere messo a disposizione dei nostri cittadini".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie