Accordo su riforma Carta europea energia entro la settimana

Per allinearla a standard e obiettivi Ue su investimenti e clima

Redazione ANSA

BRUXELLES - I negoziati per la riforma della Carta europea dell'energia sono alle battute finali e l'accordo dovrebbe arrivare entro la fine della settimana. Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovsks. La Carta, firmata il 17 dicembre 1994 ed entrata in vigore nel 1998, costituisce la base politica per la cooperazione energetica internazionale basata su un interesse comune per l'approvvigionamento energetico sicuro e lo sviluppo economico sostenibile.

Con la riforma i 53 Paesi firmatari puntano a "una profonda modernizzazione" del trattato, con cambiamenti "sostanziali sia in termini di standard di protezione degli investimenti che di rafforzamento degli obiettivi di sostenibilità e politica climatica", ha spiegato Dombrovskis, indicando che la nuova versione della Carta "sarà allineata agli impegni dell'accordo di Parigi, agli obiettivi Ue in materia di decarbonizzazione e transizione energetica a lungo termine, e alla proposta dell'Ue di eliminare in modo graduale l'uso dei combustibili fossili". "Tutti i nuovi investimenti nei combustibili fossili sarebbero immediatamente esclusi dal campo di applicazione del trattato, per gli investimenti esistenti l'esclusione si applicherebbe 10 anni dopo l'entrata in vigore", ha precisato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: