Ungheria: Borchia(Lega), deficit di democrazia è a Bruxelles

'Strumentalizzata una legge che è di sola competenza nazionale'

Redazione ANSA STRASBURGO
(ANSA) - STRASBURGO, 07 LUG - "E' paradossale che gli stessi che hanno inventato il vergognoso 'cordone sanitario' contro chi la pensa diversamente da loro oggi pretendano di dare lezioni di democrazia. Questa mattina ho sentito minacce e ricatti politici, prova tangibile che troppi, al Parlamento Europeo, la democrazia la accettano solo a parole". Così l'europarlamentare della Lega, Paolo Borchia, nel suo intervento in assemblea plenaria.

"Si stanno sottraendo tempo e risorse all'Ue, strumentalizzando una legge che: è materia di competenza nazionale; si basa sul concetto di difesa dell'interesse dei minori, in linea quindi con quanto previsto dalla Convenzione Onu dei diritti dell'infanzia; è stata votata quasi all'unanimità. Di cosa stiamo parlando? Attendo con ansia il giorno in cui il Parlamento europeo riserverà la medesima attenzione ai veri vulnerabili, per esempio anziani e disabili, troppo spesso dimenticati. Qualcuno ha detto che la democrazia è a rischio. E' vero: ma questo accade a Bruxelles, non a Budapest", conclude Borchia (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: