Percorso:ANSA > Legalità > Calabria > Anno giudiziario: Minniti, realtà corrotta esposta a crimine

Anno giudiziario: Minniti, realtà corrotta esposta a crimine

Ministro a Reggio C. cita Falcone, anche 'ndrangheta avrà fine

28 gennaio, 13:44
(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 28 GEN - "Una realtà corrotta sarà certamente sempre più esposta agli attacchi della criminalità organizzata. Ma, come diceva Giovanni Falcone, la 'ndrangheta come tutte le cose umane ha un inizio, una vita di mezzo e una fine". Lo ha detto il ministro dell'Interno Marco Minniti intervenendo a Reggio Calabria alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. "Nel Mezzogiorno e in Calabria - ha detto - arriveranno molto presto ingenti risorse che potranno positivamente incidere sulle vite dei cittadini e sul tessuto sociale. Noi dobbiamo impedire che queste risorse pubbliche finiscano per ingrassare i poteri corruttivi e criminali che concorrono a condizionare la vita democratica del nostro Paese. La partita sappiamo essere durissima. Di pari passo bisogna tenere costante l'aggressione ai centri di comando della 'ndrangheta affinché quelle risorse siano correttamente spese per il benessere della gente".(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA